Buon Toro, ma a centrocampo...

22.10.2012 10:22 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: Di Gian Pietro Bossina
Buon Toro, ma a centrocampo...
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La partita di oggi a Palermo ha confermato che il Toro che dopo tre anni ha ritrovato la Serie A è lontano parente di quello che aveva abbandonato questi palcoscenici. Il lavoro fatto da Ventura da quando siede sulla panchina granata si vede. Eccome. Oggi il Toro è una squadra temuta e rispettata da tutti. Tuttavia il salto di qualità non si è ancora compiuto.


La partita con il Palermo qualche anno fa avrebbe avuto un epilogo negativo, oggi invece il gruppo di Ventura ha portato a casa almeno un punto. Non è un caso che i granata abbiano la seconda miglior difesa del torneo e che anche oggi, nonostante l’assenza di tre difensori titolari tra cui il migliore del reparto Ogbonna, il Toro sia riuscito mantenere la propria porta inviolata. Una menzione particolare va al sempre più decisivo Gillet che sta entrando con pieno merito nel cuore dei tifosi, ma analizzando con attenzione il match odierno si nota come il Palermo sia stato pericoloso soprattutto con i tiri da fuori, eccezion fatta per l’occasione di Ilicic nella seconda frazione di gara.

Le note dolenti arrivano dalla mediana in su. Perché il problema del Toro sta proprio qui: manca qualità in alcuni interpreti fondamentali per far decollare il gioco di Ventura. Manca un centrocampista che sappia far girare palla con velocità e precisione e una seconda punta con i piedi educati(in attesa di Sansone). Guardando la partita di questo pomeriggio la sensazione che si potesse far male alla squadra siciliana ogni qual volta si riusciva a recuperar palla era lampante. Tuttavia l’imprecisione, la frenesia, la poca lucidità, in definitiva la mancanza di qualità impedivano al Toro di arrivare al gol. L’errore di Bianchi è clamoroso, ma visti gli spazi concessi dall’avversario ci sarebbero state le condizioni per mettere un giocatore a tu per tu con il portiere almeno un altro paio di volte. Ventura fino a gennaio dovrà fare di necessità virtù cercando soluzioni per rendere la manovra più incisiva. Il rientro di Birsa magari darà quel pizzico di qualità e inventiva che tanto manca. Insomma la fiducia nei ragazzi rimane intatta e la speranza che il mister sappia risolvere i problemi in attacco è alta. Tuttavia non ci si può non chiedere cosa sarebbe successo se il tecnico genovese avesse avuto dal mercato un paio di giocatori di livello in più…