Budel si presenta: "Sono pronto per giocare"

14.01.2011 15:34 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: www.torinofc.it
Budel si presenta: "Sono pronto per giocare"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Il primo volto nuovo del Torino 2011 si chiama Alessandro Budel, presentato oggi ai media. Il centrocampista ex Brescia specifica subito: "Mi sono sempre allenato e non ho avuto problemi fisici nell'ultimo periodo, quindi sono pronto per partire alla volta di Varese. Sono arrivato in una delle piazze più ambite per chi fa il calciatore: la città è importante e la società anche. Il Toro meriterebbe di stare nella massima serie. Ho già ottenuto due promozioni, con Parma e Brescia, ma non rispondo a chi dice che non c'è due senza tre perchè sono scaramantico". Dunque Lerda domani può già schierare il primo rinforzo di centrocampo, magari a partita in corso.

Budel ha poi proseguito: "La Serie B è molto lunga. Il fatto che il Torino sia in striscia positiva da dieci partite è importante perchè per far bene bisogna dare continuità ai risultati e limitare le battute d'arresto. Quando sono arrivato a Brescia la situazione di classifica era decisamente peggiore rispetto a quella odierna del Toro, dunque sono convinto che si possa fare bene".

Il giocatore, quasi trentenne, festeggerà il compleanno il 25 febbraio prossimo (ma l'aspetto è quello di un ragazzino), conosce già qualche compagno: "Ho avuto modo di giocare con alcuni dei miei nuovi compagni, come per esempio Bianchi ai tempi di Cagliari, quindi un po' li conosco. Il tecnico è sicuramente molto preparato e i risultati lo stanno dimostrando".

L'anno scorso il giocatore mise in mostra molta grinta contro il Torino ney playoff e lo spiega così: "Come persona sono molto diversa da dentro a fuori del campo. Fuori sono molto tranquillo, mentre quando scendo sul terreno di gioco mi trasformo".

 

Guarda le foto della presentazione

Rimane un briciolo di amarezza per non aver ottenuto il giusto spazio tra le Rondinelle in serie A, ma ora è il momento di guardare avanti: "E' normale che a Brescia in questo girone di andata mi sarei aspettato di giocare di più, ma ora è acqua passata. Auguro a loro di salvarsi, ma ora voglio guardare avanti. Da domani si comincia la nuova avventura".