Bormiese-Torino 0-14. Manita di Belotti che segna anche su rigore

Primo tempo finito nove a zero per il Toro, oltre al “Gallo” una doppietta di Falque e reti di Lukic e Berenguer. Nella ripresa in gol Acquah e Butic doppiette e Ferigra.
14.07.2018 19:14 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Dall'inviata a Bormio Elena Rossin
Andrea Belotti
TUTTOmercatoWEB.com
Andrea Belotti
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Prima uscita della stagione per il Torino che ha battuto la Bormiese per quattordici a zero, il test dal punto di vista tecnico non è probante, anche perché l’avversario milita in seconda categoria, ma è servito a Mazzarri per vedere se i suoi giocatori hanno assimilato quanto in questi giorni gli ha insegnato sia per quel che riguarda i movimenti del corpo per ottimizzare le giocate sia per le manovre da effettuarsi sia in fase offensiva sia in quella difensiva.
Una curiosità, qualche tifoso buontempone ha pensato bene di portare una mascotte: un toro in carne ed ossa, per la verità un giovane esemplare di otto mesi di nome Gino, che è stato posizionato, legato a un albero, vicino al parcheggio a fianco della tribuna coperta. Per rassicurare gli animalisti la bestiola era tranquilla e non sembrava infastidita dal trovarsi in un ambiente per lui inusuale. A seguire la partita c’erano circa milleduecento persone, quasi tutti tifosi del Toro e ad assistere all’amichevole anche Sasa Sullo e Innocenti, vice allenatore e preparatore atletico di Ventura, in Alta Valtellina in vacanza che hanno approfittato per vedere il Torino e la Sampdoria in ritiro in zona.

Il calcio d’inizio è stato battuto da Falque e subito il Torino ha preso possesso del pallone e ha attaccato, mentre la Bormiese si chiudeva in difesa cercando d’impedire ai granata, nell’occasione vestivano la seconda maglia quella bianca, di presentarsi dalle parti di Rocca. Il primo tiro in porta è stato di Occhi che non ha però impensierito Sirigu pronto a respingere. I granata hanno risposto con un tiro di Falque su cross di De Silvestri  respinto dal portiere della Bormiese e poi Berenguer ha provato a ribadire la palla in rete mandandola sopra la traversa (7’). Il gol era nell’aria e, infatti, a gonfiare la rete è stato Belotti con un tiro di destro a incrociare da posizione defilata (8’). Il Torino come da volontà di Mazzrri provava a giocare nello stretto e cercava di mantenere un discreto ritmo. Il raddoppio è arrivato con Lukic dopo una bella giocata di Belotti che ha saltato due avversari e scodellato la palla in mezzo all’area dove è arrivato il serbo che di piatto ha insaccato (12’). Il terzo gol è stato firmato da Belotti servito davanti alla porta da Berenguer (16’). Il gioco non ha fatto tempo a riprendere che è stata la volta di Falque lasciato colpevolmente libero dagli avversari sulla destra e così lo spagnolo ha potuto accentrarsi e segnare con un tiro di sinistro (17’). Anche Berenguer ha potuto gioire per il gol quando servito in profondità da Rincon e praticamente a tu per tu con Rocca l’ha freddato (22’). Un uno-due tra Falque e De Silvestri ha permesso allo spagnolo di realizzare una doppietta segnando la seconda rete di testa (25’). La pressione dei granata non dava tregua alla Bormiese che alle volte ricorreva a qualche falletto per arginare il Torino e quindi è arrivato anche il rigore. Sul dischetto si è presentato Belotti che ha spiazzato Rocca finendo per la terza volta sul tabellino dei marcatori (30’). Ma il “Gallo” non si è fermato a tre quando ha ricevuto una bella palla da Rincon e dopo aver atteso un istante l’ha spedita in rete (36’). Difficile giudicare il Torino in fase difensiva poiché gli avversari non si sono quasi mai presentati dalle parti di Sirigu. In compenso un Belotti scatenato ha avuto modo di realizzare anche il quinto gol sfruttando un bel passaggio di Falque 43’). Il primo tempo si è concluso con una punizione di Falque deviata oltre la linea di fondo da Rocca e conseguente angolo che non ha prodotto effetti. Ben calciata la punizione e solo la bravura dell’estremo difensore della Bormiese ha impedito che Falque realizzasse una tripletta.

Nella ripresa Mazzarri ha mandato in campo tanti ragazzi giovani più Meïté e l’inglese in prova Rowen supportati dai più esperti Valdifiori, Acquah, Ichazo e Parigini. Anche a loro il mister ha chiesto di mettere in pratica quanto è stato provato in allenamento nei giorni scorsi. Da uno schema su punizione è arrivato il gol di Acquah che è stato lesto ad approfittare della porta sguarnita e a segnare (2’). Anche in questa frazione di gioco il Torino ha attaccato molto, ma le manovre sono state meno fluide rispetto a quelle dei titolari e qualche imprecisione non è mancata. Ai ragazzi un po’ di foga può essere perdonata, ma non devono farsi prendere dalla smania di mettersi in mostra perché le prestazioni finiscono per essere meno brillanti di quanto potrebbero. L’undicesimo gol l’ha firmato Butic su rigore dopo essere stato atterrato in area (32’). Poi ancora Acquah che in pressing ha messo in difficoltà la retroguardia dei locali realizzando così anche lui una doppietta (37’). E’ toccato poi a Ferigra che prima ha recuperato palla e poi ha aggredito la profondità in modo da ricevere in area la sfera passata ai compagni e di prima con un destro imparabile l’ha spedita all’incrocio dei pali (38’). Proprio un gran bel gol il suo. Infine Meïté a due passi dalla porta con grande generosità ha passato la palla a Butic che con estrema dì facilità l’ha depositata in rete (44’).      

Non ci sono dubbi che il Torino abbia dominato, soprattutto nel primo tempo quando in campo c’erano i titolari. Interessante le prestazione di Falque al quale Mazarri sta chiedendo di interagire con Belotti in modo da rendere efficaci le giocate sottoporta. Sostanzialmente positivo anche il Torino due andato in campo nella ripresa. Non male Acquah e Butic, mentre Meïté, forse perché preso dalla voglia di mettersi in mostra, ha finito per essere poco incisivo e farraginoso nelle giocate.         

Torino 1° tempo (3-5-1-1): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Moretti; De Silvestri, Lukic, Rincon, Baselli, Berenguer; Falque; Belotti.
Torino 2° tempo (3-5-1-1): Ichazo; Rowan, Ferigra, Bianchi; Fiordaliso (30’ Gilli), Meïté, Valdifiori, Acquah, Parigini; Koné (30’ Adopo); Butic.
A disposizione: Zaccagno.
Allenatore: Walter Mazzarri

Bormiese (4-3-3): Rocca; A. Giacomelli, Berbenni, Montini, M. Martinelli; Viviani, Capelli, Zappa; Occhi, Moroni, Alberti.
A disposizione: Pozzi, M. Giacomelli, G. Martinelli, Paganini, Romani, Verona, Binda, Gasperi, Sosio, Cantoni, Bianchini, Trabucchi, Luzzi, Diallo.
Allenatore: Davide Menegola.

Arbitro: De Angeli.
Assistenti: Agostino e Pavoni.

Reti 1° tempo: 8’, 16’, rig. 30’, 36’ e 43’ Belotti (T), 12’ Lukic (T), 17’ e 25’ Falque (T), 22’ Berenguer (T). 2° tempo: 2’ e 37’ Acquah (T), rig. 32’ e 44’ Butic (T), 38’ Ferigra (T).