A Trieste qualcosa di inedito?

13.12.2010 08:52 di Marina Beccuti   vedi letture
A Trieste qualcosa di inedito?
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Alberto Mariani

Lerda ha sicuramente un paio di dubbi sulla formazione da proporre questa sera. In attesa di capire se Morello ha recuperato in pieno dalla distorsione alla caviglia a potrà così sedere in panchina, il mister deve sostituire lo squalificato De Vezze, ma qui i dubbi sembrano essere stati risolti con l'inserimento di Zanetti a fianco di De Feudis. Potrebbe esserci anche una chance per Obodo, ma il centrocampista vicentino sembra dare più garanzie di equilibrio tattico. Le difficoltà se mai nascono in difesa dove Garofalo non ci sarà, pronto molto probabilmente per l'ultima partita dell'anno, sabato contro l'Empoli.

Per la sua sostituzione si giocano la maglia Zavagno e Di Cesare: l'argentino è il sostituto ideale come ruolo dell'ex senese, mentre con Di Cesare il mister dovrebbe spostare di ruolo Ogbonna, non più centrale, ma laterale. Da tenere in considerazione Rivalta, considerato il jolly della difesa. Lerda alla fine potrebbe optare per l'ex atalantino, anche se Di Cesare sembra il favorito perchè garantisce qualche centimetro in più contro una squadra composta da giocatori molto fisici. In attacco, assente ancora per questo turno Bianchi (da capire in settimana se sarà pronto per l'EmpoliI), Iunco, anche se non ha brillato contro il Siena, sembra in vantaggio su Scaglia, ma potrebbe subentrare l'incognita Pellicori, alle sue ultime chance per essere confermato a gennaio.

Rimane in bilico il solito Gasbarroni, che ha voglia di giocare e potrebbe essere l'arma in più di Lerda. Non si parla di turn over, ma far rifiatare qualcuno potrebbe essere utile, visto che, giocando lunedì e poi nuovamente sabato, ci sono meno giorni disponibili per recuperare dalla dura trasferta triestina. Sabato il Torino affronterà una squadra che ha voglia di riscatto come l'Empoli, che rimane pur sempre una candidata alla promozione, nonostante sia in crisi profonda, in quanto ha collezionato quattro sconfitte consecutive. Potrebbe anche esserci una chance per Suciu, magari in corso d'opera, ma finora Lerda non ha ancora osato mettere un giovane dal primo minuto, al di fuori di Lazarevic che però era già pronto per essere titolare. In partite come queste di stasera, piene di insidie, l'esperienza può fare la differenza. Sicuramente Lerda proporrà qualche novità, utile a confondere le idee agli avversari.