Una mazzata l’infortunio di Praet per Juric che voleva che il belga “legasse di più e creasse più gioco”

12.02.2022 14:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Tuttosport
Ivan Juric
TUTTOmercatoWEB.com
Ivan Juric
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dennis Praet è un giocatore al quale difficilmente mister Juric ha finora rinunciato perché quando c’è lui in campo fa giocate non banali, purtroppo però il trequartista belga ieri in allenamento di è fatto male, infrazione ossea a livello del quinto metatarso del piede destro. Un brutto infortunio perché potrebbe portare all’operazione, quasi sicuramente sarà così, e i tempi del recupero sono purtroppo lunghi: due-tre mesi se va bene, ma potrebbero essere anche di più. Maksimovic, ad esempio, come ricorda Tuttosport, per lo stesso tipo di infortunio tornò a giocare dopo 4 mesi abbondanti e Larrondo 5. Per Praet quindi stagione quasi anticipatamente finita.

E pensare che solo ieri mattina, prima del fattaccio, mister Juric aveva detto che per il Torino serve che Praet entri maggiormente nel cuore del gioco e dia ancora di più. Ecco le esatte parole in conferenza stampa: “Qualche giorno fa parlavo con un amico e penso che tatticamente Praet debba migliorare per ciò che serve al nostro gioco. Serve che leghi di più e che agisca un po’ più basso. Lui ancora preferisce agire per spunti , ma ci lega ancora poco. Questo non è molto nelle sue caratteristiche, però deve fare il salto di qualità su questo: legarci di più e a volte venire più basso e creare un po’ più di gioco e invece lui vive più sugli spunti. E’ un lavoro che deve fare e speriamo che migliori sotto questo aspetto perché in una squadra è fondamentale avere uno che leghi un po’ di più”.

Adesso nel Torino chi si occuperà di legare di più i reparti e di creare più gioco? Dovranno farlo Brekalo e Pjaca, ma anche partendo da posizioni più arretrate Lukic, Mandragora, Pobega, il giovane Ricci quando sarà pronto oppure Seck, che essendo un esterno d'attacco ha un ruolo più affine a quello di Dennis, e anche Linetty, che già in qualche occasione è stato utilizzato da Juric sulla trequarti.