Toro, rompere gli indugi

11.08.2010 19:44 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: www.srweb.eu
Toro, rompere gli indugi
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

La coperta è corta, anzi man mano che passano le ore diventa cortissima, Bianchi si è fermato e le notizie che filtrano non sono certo confortanti.



Certo nessuno si poteva aspettare il problema alla schiena di Rolly, si parla addirittura di rischio frattura vertebrale da stress e quindi di un periodo di riposo per lui ... adesso con Elvis come la mettiamo?



Chi ci legge lo sa, è da tempo che andiamo dicendo che il Toro non può permettersi di far partire anche quast'anno Elvis Abbruscato, perchè non si può pensare che tutto vada sempre bene e forse gli infortuni a raffica di quest'inizio di stagione hanno aperto un poco gli occhi a tutti.



Oggi se togliessimo Elvis rimarrebbero in rosa Salgado e Comi, di sicuro questo non potrebbe essere l'attacco di una squadra che cerca la serie A, anzi!



E allora oltre a rompere gli indugi bisogna trovare un martello discetamente grosso per romper il salvadanaio e rischiare, bisogna andare a comprare qualcuno con gli spiccioli in mano, il famoso Sgrigna e lasciar perdere Gabionetta che tanto per un motivo o per l'altro non arriverà mai e cercare un sostituto all'altezza.



Colantuono probabilmente se la ride guardando il mercato del Toro da "casa sua" conoscendo bene la predisposizione del Toro agli acquisti con diritto di riscatto, stessa cosa fa Mezzaroma che piuttosto piazza Genevier nel giardino di casa ma al Toro non lo da nemmeno morto ... se non in cambio di palanche vere.



Qui si rischia di fare una partenza a singhiozzo e di forzare i rientri di chi come Iunco, dopo aver rischiato la frattura nell'inutile partita giocata a Norcia, avrebbe bisogno della tranquillità che solo un rientro graduale può dare, mentre lo si aspetta già come il salvatore della patria.



Mancano 20 giorni alla fine del mercato, circa la metà all'inizio del campionato e il rischio di veder iniziare male l'avventura è concreto perchè il Varese vuole fare una partenza sprint e le due pere rifilate al Milan in pre-campionato ne sono l'esempio.



E allora bisogna dare un'accellerata alle operazioni e rischiare di andare in rosso sul conto per poter guadagnare per bene il prossimo anno, la vita risparmiosa è sinonimo di virtù, quella sparagnina spesso si coniuga con cecità.






GMC