Torino, emergenza Covid rientrata: ma Juric deve scegliere il portiere per la Fiorentina

09.01.2022 11:15 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Tmw
Etrit Berisha
TUTTOmercatoWEB.com
Etrit Berisha
© foto di Image Sport

Si gioca, il Torino potrà sfidare la Fiorentina di Vincenzo Italiano. Eppure, i cancelli dell’Olimpico Grande Torino non si apriranno oggi alle 14.30, come era previsto da calendario, ma è tutto rimandato a domani pomeriggio alle 17. Sarà l’esordio di Ivan Juric e dei suoi ragazzi nel 2022 dopo la mancata partenza per Bergamo di giovedì scorso, la squadra resta in emergenza. La buona notizia è arrivata dall’ultimo giro di tamponi effettuato nella mattinata di ieri, durante il quale non sono state riscontrate nuove positività e anzi il bilancio è nettamente migliorato: dei sei calciatori contagiati, in tre si sono negativizzati e ora attendono gli ultimi via libera per tornare alla regolare attività sportiva ed essere a disposizione dell’allenatore croato, mentre restano in isolamento altri tre giocatori e un membro dello staff.

Sfida tra i pali
Il problema è che i granata hanno lavorato a singhiozzo negli ultimi giorni e in porta sono previste novità: Berisha sta recuperando dall’infortunio e si candida per un posto da titolare, se durante la rifinitura odierna dovesse mostrare ancora qualche dolore sarebbe già pronto Luca Gemello, terzo portiere classe 2000, con il 2003 Alberto Milan pre-allertato per essere convocato e andare in panchina. Il Covid ha risparmiato i difensori titolari e così giocheranno Djidji, Bremer e Rodriguez, in ballottaggio con Buongiorno, ma ha accorciato ulteriormente la coperta sulle fasce: Aina è in coppa d’Africa, Ansaldi è in isolamento perché positivo come ha testimoniato sua moglie sui social, a Juric sono rimasti soltanto Singo e Vojvoda. A supporto di Sanabria ci saranno Praet e Brekalo, per un posto al fianco di Lukic in mediana il favorito è Mandragora, al momento davanti nel ballottaggio con Pobega.