Svezia, Ekdal: "Mi aspettavo altra Italia, ma non siamo favoriti"

 di Luca Ghiano  articolo letto 1580 volte
Fonte: tmw
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Svezia, Ekdal: "Mi aspettavo altra Italia, ma non siamo favoriti"

Il centrocampista dell'Amburgo e della Nazionale svedese Albin Ekdal, vecchia conoscenza della Serie A, ha parlato così ai microfoni di TMW Radio dopo l'1-0 di Solna: "In Italia si parla di più dell'arbitro rispetto a Germania o Svezia. Forse il direttore di gara ci ha dato qualcosa in più ieri, ma questo fa parte del calcio. Serie A? Non mi pento di aver lasciato l'Italia. Noi favoriti per il Mondiale? Sicuramente no, abbiamo vinto solo 1-0 e l'Italia a San Siro sarà un'altra squadra. Gli azzurri non hanno creato molto contro di noi, mi aspettavo un'Italia più forte, ma può cambiare tutto. I nostri avversari giocheranno con più aggressività, noi però siamo forti in difesa. La Friends Arena è stata determinante così come lo sarà San Siro. Infortunio? Ho preso una botta e sono uscito per quello. Calcio italiano? Ho imparato molto in sette anni. Sono cresciuto come giocatore proprio grazie alla Serie A".