Siss, sabato festa della storia dello Sport a Firenze

18.12.2015 13:24 di Marina Beccuti Twitter:    vedi letture
Siss, sabato festa della storia dello Sport a Firenze
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Storia e sport non si incontrano solo sui libri, sui campi, nelle palestre o nelle piscine. Sabato 19 dicembre è una data particolare: è il giorno dedicato alle discipline sportive, in una sorta di corsa nella storia.

A Firenze va in scena la festa della Società Italiana di Storia dello Sport (Siss). Teatro dell’evento è il Palazzo Rosselli Del Turco, in Borgo SS. Apostoli n. 19, dove autorità, istituzioni e protagonisti dello sport del passato e del presente daranno il via alla manifestazione che fa da cornice alle premiazioni Siss.

I premi per la storiografia sportiva “Aldo Capanni”” e “Mario Alighiero Manacorda” 2015 saranno consegnati a Eleonora Belloni per il saggio presentato al Convegno “Lo sport alla Grande Guerra” e a Antonella Stelitano per il volume “I Papi e lo sport. Oltre un secolo di storia da San Pio X a Papa Francesco”.

La mattina del 19 dicembre, invece, è in programma l’Assemblea Generale dell’Associazione della Siss, che prevede oltre alle modifiche statutarie, anche la composizione del nuovo organigramma Siss e  le linee di indirizzo delle attività future.

“ Sarà una festa, alla sua prima edizione,  dedicata allo sport e alla sua storia, a chi l’ha scritta con gesta memorabili nella propria disciplina e chi la scrive sui libri- ha dichiarato Andrea Claudio Galluzzo, Presidente Siss – è anche un evento per confrontarsi sullo sport di ieri e di oggi e rivivere le emozioni”.

“Offre l’occasione per presentare le nuove linee di indirizzo della Siss – continua Galluzzo- e la novità dei corsi di formazione mirati a chi si vuole specializzare nella storia dello sport, che prevedono anche  case history di chi ha fatto sport e lo racconta alle nuove generazioni”.

La cerimonia ha un’altra particolarità: si entra nella sala con scarpe da ginnastica.

“ Abbinate al proprio abbigliamento- conclude il Presidente Siss, Andrea Claudio Galluzzo- vogliono essere un segno distintivo. L’idea nasce dal desiderio di unire la passione per la ricerca e la passione per lo sport, in una ideale corsa nella storia”.