Moretti: “Abbiamo meritato di andare alla fase a gironi dell’Europa League”

29.08.2014 07:03 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per TorinoGranata.it
Moretti: “Abbiamo meritato di andare alla fase a gironi dell’Europa League”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Lavorare per migliorare è la ricetta del difensore per evitare di tenere aperte fino alla fine le partite senza riuscire a segnare il gol della tranquillità.

 

Vittoria è stata, ma forse con un po’ troppa sofferenza fino alla fine?

“Sicuramente sì, non è stata una partita facile perché ormai è complicato trovare partite veramente abbordabili, quindi abbiamo fatto fatica anche probabilmente per causa nostra, ma sappiamo perfettamente che siamo ad agosto e dobbiamo migliorare tante cose, lavorando su molti aspetti, com’è normale che sia. Anzi, questo è uno stimolo com’è stato l’anno scorso quello di crescere sempre di più. Come punto di partenza è abbastanza buono, ma sappiamo perfettamente che dovremo lavorare molto”.

 

Ha usato anche tutta la sua esperienza quando negli ultimi minuti ha allontanato la palla anche con un colpo di testa?

“Esatto, ognuno deve sempre fare il suo in mezzo al campo. Credo che al di là delle difficoltà che abbiamo avuto la squadra si è sempre comportata come tale e abbiamo sempre lavorato di squadra e questo è un ottimo punto di partenza, abbiamo avuto anche la possibilità di chiudere la partita. Alla fine nell’arco delle due partite il Torino ha meritato di passare il turno”.

 

La difficoltà a chiudere le partite è un aspetto sul quale dovete lavorare di più per l’Europa, ma anche per il campionato in modo da non dover fino all’ultimo stare in tensione per il risultato?

“E’ uno degli aspetti, ma ce ne sono diversi. E’ anche vero che gli attaccanti fanno un grandissimo lavoro e durante la partita ci sta che siano meno lucidi, così come avviene anche nelle altre zone del campo. Sappiamo che domiamo migliorare alcune cose e la gestione di alcuni momenti, anche aspetti tattici, ma questo è per noi sempre uno stimolo anche perché abbiamo uno staff che ci aiuta tantissimo in questo senso ed è un piacere andare a rivedere e a poter migliorare certi aspetti”.

 

Come state vivendo la vicenda “Cerci resta o va?”. C’è stato quel twit, secondo lei alla fine andrà all’Atletico Madrid?

“Non so cosa pensi Cerci per il suo futuro, relativamente al twit la vicenda è già stata chiarita. Non ho nulla da dire”.