Le pagelle di Roma-Torino: Praet, Brekalo e Belotti poco incisivi. Buongiorno non benissimo. Da Bremer qualche sbavatura

28.11.2021 20:49 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Bremer e Zaniolo
TUTTOmercatoWEB.com
Bremer e Zaniolo
© foto di www.imagephotoagency.it

Milinkovic-Savic: 6 Non colpevole sul gol. Su punizione calciata da Pellegrini la palla arriva a Ibanez che però la calcia male e la manda alta non creandogli alcun problema (3’). Anche El Shaarawy non lo impegna perché non arriva al tap-in sull’imbucata di Pellegrini (6’). Su input di Zaniolo, Karsdorp va sul fondo, ma una piccola deviazione di Vojvoda ha favorito la sua presa (19’). Mkhitaryan dalla trequarti ha visto il taglio di Zaniolo e lo ha servito in profondità e quest’ultimo ha fatto velo per Abraham che, dopo un perfetto controllo, con un tiro a giro di destro lo ha trafitto (32’). Ha dimostrato grande reattività sulla girata di testa di Abraham su angolo battuto da Carles Perez (45’). Su percussione di Mkhitaryan, El Shaarawy di sinistro da distanza ravvicinata non ha inquadrato lo specchio della sua porta (67’). Il sinistro di Zaniolo di prima intenzione è finito di poco a lato senza creargli un pericolo (84’). Su un calcio di punizione a favore

Djidji: 6 Prestazione attenta in fase difensiva e con qualche spunto interessante in fase offensiva. Buona la sua chiusura sullo scambio fra Abraham  e Zaniolo (12’). Interessante l’apertura per Singo (20’). Buono il traversone dalla trequarti per il taglio di Belotti (45’+6’). Non è rientrato in campo dopo l’intervallo per un fastidio muscolare. (Dal ‘46 Zima: 6 Non ha fatto rimpiangere Djidji. Zaniolo ha provato ad andargli via rimediando solo una rimessa laterale (70’)).    

Bremer: 5,5 Una partita ordinaria la sua, ma con qualche sbavatura. Ha recuperato palla e servito Belotti (24’). Zaniolo lo ha beffato con il velo in occasione del gol di Abraham (32’). Abraham lo superato in elevazione sul calcio d’angolo (41’). Ha rimpallato il traversone a Zaniolo (49’).

Buongiorno: 5 Avrebbe dovuto andare in anticipo su Abraham e ha rischiato di far subire un rigore alla squadra, ha provato anche a spingere. Su sviluppo da calcio d’angolo dopo due rimpalli gli è giunta la palla e la sua girata è stata deviata (28’). Ha aperto su Vojvoda (31’). Abraham gli è andato via in occasione del gol (32’). Ha fatto sgambetto a El Shaarawy che lo aveva dribblato in area e l’arbitro ha decretato il rigore (36’) poi annullato dal Var per fuorigioco di Abraham (41’). Ha dovuto fare fallo per fermare la ripartenza di Abraham (63’). Sulla spizzata di Brekalo era in fuorigioco, ma secondo lui c’era rigore per un fallo di mano avversario (65’), (Dal ‘77 Baselli: n.g.).

Singo: 5,5 Ha agito ad intermittenza. Sfruttando il suo fisico ha chiuso Zaniolo che era scattato in velocità (13’). Buono il traversone sul primo palo per servire Praet (20’). Ha riconquistato palla e ha provato a servire Pobega (23’). Ha portato bene la palla, ma poi ha sbagliato il filtrante per Belotti (57’). Su angolo calciato da Brekalo ha concluso al volo altissimo (59’). Cross interessante per la spizzata di Brekalo (65’).

Lukic: 5,5 Non sempre è riuscito a dare equilibrio alla squadra. Buona la sua percussione e lo scarico su Praet (10’). Il suo colpo di testa, su sviluppo da punizione, da distanza ravvicinata è terminato di poco a lato, ma c’era fuorigioco (45’+4’).

Pobega: 6 In copertura ha fatto bene e ha provato ad impostare. Smalling lo ha chiuso con efficacia (23’). La sua conclusione è finita di poco alta (24’). Buono il suo appoggio per Brekalo (56’). Ha recuperato palla e servito Brekalo (59’). Interessante il suo pallone per Sanabria (90’).

Vojvoda: 5,5 Attento in marcatura, ma ha spinto poco. Ha sporcato il cross di Karsdorp (19’). Di prima ha provato a servire Belotti anticipato da Smalling (31’). Ha respinto la conclusione di Carles Perez che aveva combinato con El Shaarawy (44’). (Dal ‘77 Zaza: n.g. Si è allargato sulla destra e poi ha scaricato su Singo (85’). Su sponda di Sanabria ha tentato la rovesciata senza però centrare la porta(90’)).

Praet: 5,5 Da lui ci si aspetta più inventiva, anche se non è al top della forma. Troppo telefonato il suo destro da fuori area per impensierire Rui Patricio che l’ha bloccato in presa bassa (10’).  In tuffo ha provato la conclusione, sul traversone di Singo su apertura di Djidji, ma il tiro è stato poco angolato sul primo palo e il portiere l’ha fatto suo (20’). Il suo cross è stato rimpallato (27’). In uscita Rui Patricio ha bloccato la palla in profondità per lui (58’). (Dal ‘77 Pjaca: n.g.).

Brekalo: 5,5 Tanto movimento , ma non sempre efficace. Impreciso in alcune occasioni. Il suo cross basso è stato respinto da respinge El Shaarawy (5’). Ha gestito bene il pallone e ha servito Pobega (24’). Zaniolo in ripiegamento ha mandato in angolo la palla in profondità per lui (43’). Ha calciato la punizione con palla che è arrivata a Lukic (45’+4’). Rui Patricio in due tempi ha bloccato il suo destro potente e angolato (56’). In rimonta Karsdorp lo ha chiuso (61’). Su cross di Singo ha spizzato sul secondo palo per Buongiorno (65’). Smalling di testa ha mandato in angolo il suo traversone sul secondo palo (69’). Con una finta ha lasciato sul posto Karsdorp, ma poi  il suo traversone è stato troppo sui Rui Patricio (75’). Ha servito in profondità Sanabria (81’).

Belotti: 5,5 Solita generosità, ma seppur poco servito è stato scarsamente incisivo sotto porta. Sfortunato per infortunio che rischia di tenerlo fuori per un po’. Ha commesso fallo di mano nel tentativo di avere la meglio su Smalling nell’arrivare sulla palla lanciata lunga (8’). Ha fatto sponda per Brekalo (24’). Ha mandato sul fondo Praet (27’). Su sviluppi da calcio d’angolo ha tentato la conclusione, ma Rui Patricio ha mandato la palla in angolo (28’). Smalling lo ha messo in fuorigioco (29’). Smalling lo ha anticipato (31’). Ibanez lo ha dovuto atterrare per fermarlo (45’+2’). Ha visto il traversone di Djidji e ha tagliato arrivandoci di testa, ma non ha inquadrato lo specchio della porta (45’+6’). Era partito in velocità, ma si è fermato per un problema muscolare alla coscia destra e ha dovuto lasciare il campo (79’). (Dall’ 80’ Sanabria: n.g. Mancini lo ha chiuso sulla palla in profondità di Brekalo (81’). Ha ricevuto da Pobega e ha fatto sponda per Zaza (90’)). 

Ivan Juric: 5,5 L’intento era quello di provare a battere una grande e di sfatare la sindrome da trasferta, ma non è andato a buon fine. Squadra che vince non si cambia o quasi e infatti a parte Singo preferito a Aina per fronteggiare la Roma ha scelto dieci degli undici uomini che avevano battuto l’Udinese lunedì. Un po’ magari avranno influito da una parte gli infortuni di Ansaldi, Mandragora, Rodriguez e Verdi ai quali si è aggiunto Warming, a causa di una sindrome gastro-intestinale, e l’avere Pjaca non ancora al top della forma e dall’altra il fatto che ci saranno altri due match a distanza di pochi giorni: giovedì con l’Empoli e il lunedì seguente con il Cagliari, squadre entrambe sulla carta più alla portata. Ma fondamentalmente questi giocatori quasi sempre gli danno garanzie di equilibrio e di saper interpretare il gioco che vuole lui. I suoi hanno fatto possesso palla, ma sterile facendo fatica ad arrivare alla conclusione e creando anche un numero limitato di ripartenze. Nel finale ha provato a rendere più offensiva la sua squadra con le sostituzioni per cercare di pareggiare inserendo Baselli per Buongiorno e Zaza per Vojvoda a cambiando assetto passando al  3-4-1-2, con Pobga che è scalato in difesa e con due attaccanti di peso, ma la mossa non è bastata.

ROMA: Rui Patricio: 6; Mancini: 6; Smalling: 6,5; Ibanez: 6; Karsdorp: 6; Pellegrini: n.g. (dal ‘15 Carles Perez: 6 e dal ‘90’+3’ Kumbulla: n.g.); Diawara: 5; Mkhitaryan: 6,5; El Shaarawy: 6 (dall’ 88’ Viña: n.g.); Zaniolo: 6,5; Abraham: 6,5.
José Mourinho: 6.

Arbitro Daniele Chiffi: 5,5 Non tutte le decisioni che ha preso sono sembrate ineccepibili. In presa diretta ha decretato il rigore per lo sgambetto di Buongiorno a El Shaarawy poi il Var dopo cinque minuti di revisione lo ha annullato per fuorigioco di Abraham (41’). Ha ammonito Zima per una spinta da dietro a Zaniolo (54’). Buongiorno voleva il rigore per un presunto fallo di mano sulla spizzata di Brekalo(65’). Ha ritenuto regolare lo scontro fra Zima e Zaniolo e non ha dato fallo al giallorosso (73’). Era molto vicino e ha valutato ininfluente il contatto fra Bremer e Zaniolo (74’).  Ha mostrato il giallo a Ibanez per aver atterrato Singo che gli era andato via (90’+2’) e Kumbulla per lo stesso motivo (90’+4’).