Le gare di oggi: il Toro per tornare a respirare

30.10.2019 13:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Tmw
Mazzarri e Inzaghi
TUTTOmercatoWEB.com
Mazzarri e Inzaghi
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Utilizzare la sponda dell’infrasettimanale per prendere slancio, correndo verso il proprio obiettivo. Questo è il mantra che accompagnerà un mercoledì di serie A tutt’altro che banale, in grado di offrire scenari di alta classifica magari inattesi a bocce ferme, ma destinati a diventare un duello da qui al termine della stagione. Un po’ come nel caso di Napoli e Atalanta, pronte ad uno scontro diretto con i ruoli sostanzialmente ribaltati, classifica alla mano, rispetto a quanto sarebbe stato lecito attendersi all’inizio della stagione. E quindi largo alle considerazioni che seguiranno quei novanta minuti, a seconda di quello che sarà l’esito del faccia a faccia tra le alternative più credibili alla coppia di testa. Chi non genera dubbi mai, nemmeno dopo avere pareggiato in casa di una neopromossa, è la Juventus di Sarri: pronta a riprendere la marcia testando la solidità del nuovo Genoa disegnato da Thiago Motta, al netto delle intuizioni tattiche che contraddistingueranno il nuovo corso e delle risorse letali che il nuovo allenatore rossoblu è stato in grado di pescare dalla panchina nella sua gara di esordio. Tematiche che si allargano a macchia d’olio esaminando diverse dinamiche di graduatoria: con la voglia di rivalsa dell’Udinese da manifestare con la Roma di Fonseca, con lo scontro tra i due pionieri del bel gioco De Zerbi e Montella in un Sassuolo-Fiorentina che dirà tanto sulle ambizioni future di entrambi i progetti, e soprattutto con la gestione di una situazione potenzialmente incandescente che contraddistingue l’avvicinamento al match tra Lazio e Torino. Da un lato le bordate di Lotito incassate da Simone Inzaghi, dall’altro le riconferme a pioggia di Cairo ad un Mazzarri che, oltre all’assenza in panchina, si trova a fare i conti con la graticola alla quale è sottoposto dall’opinione pubblica che ha a cuore le sorti dei granata, scrive Gianluigi Longari su Tuttomercatoweb. Anche in questo caso, la sponda per prendere slancio, o forse ossigeno, sembra davvero indispensabile per la sopravvivenza.