La rivoluzione di Prandelli

26.03.2014 11:42 di Marina Beccuti   vedi letture
La rivoluzione di Prandelli
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Ora è ufficiale che Cesare Prandelli ha rinnovato per altri due anni il suo contratto da ct della Nazionale Italiana, con uno stipendio che si aggira sul milione e mezzo annuale. Il tecnico di Orzinuovi ha preteso però maggiore attenzione alla sua Italia a partire da una migliore organizzazione dei campionati, infatti ha chiesto un calendario più a misura di Italia (dopo i Mondiali bisogna prepare gli Europei, ndr). Infatti nelle vicinanze degli impegni degli Azzurri non ci saranno a seguire dei big match che possano portare a tensioni con le società. Così come non dovrà più esserci una finale di Supercoppa a Pechino tre giorni prima di una partita della Nazionale.

Inoltre Prandelli potrà organizzare degli stage, come quello di marzo, senza partita finale, per poter lavorare con un gruppo allargato di giocatori per valutare meglio le singole situazioni.

Infine Prandelli seguirà anche le Under, con il suo staff che organizzerà una banca dati per registrare lo sviluppo dei giovani azzurri. Con questo Prandelli occuperà lo spazio di Arrigo Sacchi, coordinatore delle Nazionali minori che ha intenzione di lasciare a luglio, alla scadenza del contratto. Nello staff azzurro entrerà anche il figlio Nicolò, già preparatore della Fiorentina ai tempi in cui il padre l'allenava, ora al Parma dove sta lavorando molto bene.  

Niccolò PRANDELLI attualmente nello staff del Parma - FIORENTINA-PARMA 3-0 CAMPIONATO SERIE A TIM 4a GIORNATA - 21.09.2011 - Firenze
© foto di Federico De Luca