L'atalantino Ruggeri dà un consiglio ai colleghi presidenti che alzano la voce

17.11.2008 15:26 di Raffaella Bon   vedi letture

 tono della polemica è reso appena più basso dal risultato positivo, ma è facile immaginare quale tipo di deflagrazione verbale ci sarebbe stata in casa Atalanta qualora contro il Napoli non fosse arrivata la sofferta vittoria nel finale di partita.

Nel mirino ovviamente le decisioni dell'arbitro Brighi, che ha concesso un dubbio rigore ai partenopei per fallo su Lavezzi, negandone invece un altro che pareva ben più evidente ai nerazzurri.

Se Gigi Del Neri già in campo si era reso protagonista di vibranti proteste che gli erano costate l'espulsione - "se non è rigore quello su Valdes bisogna mettere gli occhiali", sentenzia poi il tecnico nel dopo partita - negli spogliatoi dello stadio "Atleti Azzurri d'Italia" ci pensa Alessandro Ruggeri a rincarare la dose.

"L'arbitro? La sua prova è incommentabile - spiega il Presidente orobico - ha commesso due clamorosi errori a nostro sfavore: un rigore inesistente dato al Napoli, uno evidente non dato all'Atalanta. Invito gli addetti ai lavori e anche qualche presidente a rivedere i due episodi: magari non ci si lamenterebbe più...".

Goal.com