Filadelfia verso la svolta, ora tocca a Cairo

03.12.2010 11:00 di Marina Beccuti   vedi letture
Filadelfia verso la svolta, ora tocca a Cairo
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Questione di giorni e le ipoteche che gravavano sul Filadelfia, una delle tante brutte eredità della gestione Cimminelli, saranno cancellate, forse già prima di Natale. Questo grazie all'intermediazione del Comune, in particolare nella figura di Giuseppe Sbriglio, Assessore allo Sport di Torino. Ma c'è un'altra positiva realtà, la Regione, grazie all'interesse del neo presidente Roberto Cota (tifoso del Novara ma sincero simpatizzante granata) stanzierebbe 3,5 milioni di euro da aggiungere alla stessa cifra messa a disposizione dal Comune di Torino. Ma lo stesso presidente si starebbe già muovendo verso alcune fondazioni bancarie per ottenere altri due milioni in più, gli stessi che verranno elargiti alla Juventus per farla rimanere in Piemonte durante il ritiro estivo. Dunque inizia ad esserci a disposizione una bella sommetta per la ricostruzione del Fila, che per la maggioranza dei tifosi avrebbe lo stesso valore di un altro scudetto vinto. Ora la palla passa a Cairo e Sbriglio si è già messo in contatto con la segreteria del presidente granata per prendere un appuntamento, possibilmente prima di Natale. Questo per capire le intenzioni del Torino Fc, quanto vuole mettere di denaro suo e soprattutto come intenderebbe sfruttare il Filadelfia. Considerando che l'area non può supportare tutte le attività granata, dalla prima squadra alle giovanili al completo, più il Museo e quant'altro, Sbriglio proporrà anche altri siti della zona, come il vecchio Combi, questo per creare una Cittadella granata di fatto. Così come aveva riferito in una recente intervista alla nostra redazione.