FantaConsigli: semaforo verde per Sirigu e tre difensori granata. Sì a Baselli, a Belotti

18.04.2019 12:18 di Claudio Colla   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
FantaConsigli: semaforo verde per Sirigu e tre difensori granata. Sì a Baselli, nì a Belotti

Genoa-Torino è una gara che suggerisce l'impiego di diversi granata in formazione, per i fantamanager che ne siano in possesso, in un momento in cui lo scenario della Serie A fornisce ben poche garanzie, dati innanzitutto i vorticosi alti&bassi delle big.

SIRIGU OK. TANTO PER CAMBIARE - Difficilmente schierare Sirigu in porta è stata scelta fonte di delusioni, quest'anno. Con una fantamedia pari a 5.57, il portierone granata è il migliore per il ruolo, quanto meno tra i titolari di riferimento (secondo solo a Karnezis del Napoli, il cui 5.71 è però frutto di sole 7 presenze); la difesa del Toro è inoltre la seconda più solida del torneo, per quanto riguarda le gare in trasferta (13 reti subite in 16 gare, solo una in più della Juventus), e l'attacco del Genoa, in casa, non fa certo faville (19 gol su 16 partite). A Sirigu, per questo turno, si potrebbero tuttavia preferire portieri quali Cragno (Cagliari), Dragowski (Empoli), e Musso (Udinese), tutti in gran forma, e impegnati in sfide di analogo livello di difficoltà. Close contest con lo juventino Szczesny, il cui rendimento fantacalcistico però, considerato il particolare momento di smarrimento vissuto dai bianconeri, rappresenta una grossa incognita.

DIFESA: SEMAFORO VERDE PER I SOLITI NOTI - Assolutamente da schierare, per ragioni analoghe a quelle sopra elencate, i soliti difensori granata di ottimo rendimento: Ansaldi, Izzo, N'Koulou, rispettivamente sesto, nono, e quindicesimo del torneo per fantamedia (6.68, 6.53, 6.38 i rispettivi quozienti). Grossi rischi legati ad Aina, proveniente da una stringa di insufficienze, che peraltro dovrebbe fronteggiare Lazovic, uno dei genoani più in forma, sulla propria fascia di competenza.

CENTROCAMPO: IL VUOTO INTORNO A BASELLI - Mentre Daniele Baselli, apparentemente superata la consueta discontinuità che lo accompagna fin dall'inizio della sua esperienza in maglia granata, accumula fantamedie oltre il 6.50, le ultime gare disputate dal Toro testimoniano la presenza di una prevalenza di insufficienze, a meno del conseguimento di una vittoria. Meité è scelta rischiossima, da evitare per questo turno (per quanto, come in borsa, è sempre dietro l'angolo il momento in cui il toro - no pun intended - può avvicendare un orso presente per settimane), a meno che il contesto della propria formazione non consenta una scommessa. Nulla di particolare per segnalare per quanto riguarda Rincòn: semaforo giallo ove vi fosse utile, in assenza di alternative più allettanti, per un eventuale modificatore positivo di centrocampo, ma la sua propensione al cartellino giallo (quest'anno sono già 14) è sempre aspetto di cui tener conto. Possibile scommessa Berenguer, infine, per tentare il conseguimento di un bonus inatteso.

ATTACCO: BELOTTI È UN NÌ - Fuori Iago e Zaza, la questione legata agli attaccanti del Toro si riduce al solo Belotti. A secco da due giornate, dopo la doppietta siglata contro la Samp, la statistica suggerisce che tra la gara col Genoa e quella col Milan un gol, almeno su rigore, dovrebbe arrivare. La difesa rossoblù è finora stata tuttavia piuttosto solida tra le mura amiche (solo tre reti subite in più rispetto agli stessi granata); d'altro canto, 8 dei 12 gol segnati dal Gallo sono stati realizzati in trasferta. In definitiva, molto dipenderà dalle alternative a disposizione del singolo fantamanager.