Coronavirus, a rischio anche le conferenze stampa: cancellata quella di Gasperini

Per Inter-Ludogorets stadio vietato anche ai giornalisti e ai tecnici della comunicazione.
26.02.2020 18:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Ansa
Gian Piero Gasperini
TUTTOmercatoWEB.com
Gian Piero Gasperini

L’effetto Coronavirus continua a farsi sentire nel calcio in Italia. Dopo le partite rinviate nello scorso turno e le porte chiuse per quelle nelle zone a rischio contagio, anche le conferenze stampa degli allenatori rischiano di essere cancellate. Atalanta in campionato e Inter in Europa League hanno già fatto sapere che non si terranno  e per quel che riguarda l’Inter persino i giornalisti e i tecnici della comunicazione non potranno assistere al match in programma domani alle 21 al Meazza.   

Atalanta - La conferenza pre-partita di Gian Piero Gasperini di sabato, alla vigilia di Atalanta-Lecce, è stata annullata. L'ha comunicato l'ufficio stampa della società nerazzurra, specificando che lo stesso 29 febbraio, al posto dell'abituale incontro coi giornalisti nella sede di Zingonia, verrà pubblicata sul sito internet ufficiale un'intervista al tecnico realizzata in proprio. Una decisione assunta in relazione all'emergenza Coronavirus e in ottemperanza alle misure adottate da governo e Regione Lombardia per il contenimento dell'infezione

Inter – La società nerazzurra ha  confermato che la partita tra Inter-Ludogorets, che si giocherà domani sera alle 21 a San Siro a porte chiuse, e le conferenze stampa della vigilia sono accessibili sono ai broadcaster ''rightsholders'' in possesso di pass UEFA. Adesso è arrivata anche la comunicazione ufficiale da parte del club nerazzurro. Allo stadio quindi non ci saranno neppure i 250 operatori della comunicazione, tra giornalisti e tecnici, che si erano accreditati prima dello scoppio dell'emergenza Coronavirus in Italia. La partita sarà trasmessa comunque in chiaro su tv8, come da programma e l'Inter ha già provveduto a rimborsare i biglietti acquistati dai tifosi prima della decisione di disputare la partita a porte chiuse.