Cairo pronto a farsi carico dei duemila seggiolini che mancano al Moccagatta. Corsa contro il tempo

13.07.2019 18:14 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Corriere Torino
Cairo pronto a farsi carico dei duemila seggiolini che mancano al Moccagatta. Corsa contro il tempo

Solo quattromila posti al Giuseppe Moccagatta di Alessandria per l'esordio in Europa League del Torino il prossimo 25 luglio. Come si sa lo stadio Grande Torino d'estate torna al Comune che organizza concerti e, per la serata europea, è in programma quello con la Pausini e Antonacci. Così il Torino deve cercare un altro stadio, che è stato individuato in quello di Alessandria, già utilizzato in alcuni video di ricordo del Grande Torino, quando il Filadelfia era inagibile.

Il problema è che è stato omologato solo per poco meno di quattromila posti, molto pochi per una serata estiva di calcio europeo, al quale molti vorrebbero parteciparvi. E' anche un'occasione speciale per la città piemontese ospitare un evento così importante di calcio, considerando anche quanto il Torino sia amato da quelle parti, il sindaco stesso è tifoso del Toro.

Mancano duemila seggiolini per omologare la curva Nord alle norme della Uefa e il presidente Urbano Cairo si è fatto carico della spesa, che aiuterebbe lo stadio Moccagatta a diventare europeo in futuro. Bisogna però fare in fretta, mancano dodici giorni alla sfida contro la vincente tra Debrecen e Kukesi, e bisogna, oltre che installare i seggiolini, anche avere l'ok dalla Uefa prima di procedere ad aprire la curva. Si lavora alacremente per fare sì che altri duemila tifosi possano essere presenti per dare la carica alla squadra granata in una serata speciale.