Beretta non compra il Toro

28.02.2010 17:54 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: La Stampa
Beretta non compra il Toro
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Photo Agency

Vittore Beretta ha chiarito in un'intervista rilasciata a La Stampa che non comprerà il Torino, tifoso sì, ma non avventato da giocarsi l'azienza: "Sono innamorato, anzi malato, di Toro, ma da imprenditore l'ho sempre visto come un tram: so quanto dovevo pagare conoscendo bene il momento della salita e quello della discesa". Riguardo alla decisione di vendere Beretta commenta: "Mi dispiace per Cairo. Lo conosco da decenni, ma evidentemente con l'uscita dei tifosi sente di essere arrivato al capolinea. Se il Toro perde Cairo, però, fa un errore: sa fare i conti, ha la passione giusta e so che non è facile trovarne uno bravo come lui".

L'imprenditore lombardo spiega perchè non vuole entrare nel calcio direttamente: "Ci vogliono tanti denari, infinita dedizione e molta fortuna. Io sono un tifoso, ho dato il mio contributo, ma non ho tempo da dedicare e soldi da lanciare su un tavolo da gioco dove sai quanti ne butti, ma non sai quanti ne tornano".

C'è un altro perchè, quello che molti sentono, ma pochi hanno il coraggio di dire: "È una piazza particolare: se uno ha mezzi normali, che in altre realtà sarebbero sufficienti per fare benissimo, al Toro non basterebbero mai. E poi c'è il discorso della rivalità cittadina: il confronto con la Juve è duro. O fai i miracoli, vedi il Toro di Rossi o dei primi anni 90, oppure soccombi". Dunque sarà dura per Cairo trovare qualcuno cui cedere la società.