Lucila, moglie di Ansaldi: "Amo lui e il suo modo di vedere la vita"

07.02.2019 03:22 di Claudio Colla  articolo letto 2329 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lucila, moglie di Ansaldi: "Amo lui e il suo modo di vedere la vita"

Intervistata da TMW, per la rubrica "L'altra metà di...", Lucila Ahumada, moglie di Cristian Ansaldi, ha così parlato del privato del giocatore argentino, in granata dalla scorsa stagione: "Avevamo 14 e 15 anni, vivevamo nello stesso quartiere, a pochi isolati di differenza. A quei tempi eravamo solo amici, dato che avevamo delle conoscenze in comune, ma poi, col passar del tempo, quando io sono diventata maggiorenne e lui aveva 19 anni, ci siamo resi conto che tra di noi c’era qualcosa di più di una semplice amicizia. Ma essendo entrambi molto timidi nessuno di noi ha avuto il coraggio di dichiararsi. Mia mamma, invece, aveva capito quello che stava accadendo, e quando lo fece notare a Cristian, lui le disse che non ero il suo tipo. Allora mia mamma gli rispose: 'Cristian, mai dire mai'. Dopo quel breve discorso, passato qualche tempo, ci siamo fidanzati. Mia madre, ancora oggi, gli ricorda sempre quella frase (ride,ndr).

Cosa mi ha fatto innamorare di lui? Mi sono innamorata del suo modo di essere come persona, della sua semplicità, e della sua generosità. I nostri valori? Essenzialmente quello della famiglia. Facciamo di tutto affinché ci sia felicità in casa, poiché è quanto di più meraviglioso Dio ci abbia donato in questa vita. I miei cari sono tutta la mia vita, e ogni giorno chiedo a Dio di continuare a benedirci come famiglia, nel matrimonio e come esseri umani.

Amo il tipo di persona che Cristian è, amo il modo in cui vede le cose, amo il cuore nobile e generoso che ha per il prossimo. Quello che ammiro e amo di più in lui è che vede sempre le cose dal lato positivo. Nella vita privata è una persona molto normale e calma; gli piace stare con la famiglia, divertirsi, e dirsi reciprocamente 'ti amo' non manca mai a casa nostra. Il nostro matrimonio? Ricordo quando mio padre mi ha preso per mano, mi ha portato sull'altare, e lì c’era Cristian ad aspettarmi. Quel momento è stato meraviglioso. La proposta di matrimonio è stata molto romantica: eravamo da soli in casa, e di notte, sotto la luna, Cristian tirò fuori l’anello, e mi chiese di sposarlo. Con i nostri tre bambini, le gemelle di 8 anni, Aylen e Nicole, e Michael, di 6 anni, è giocoso e paziente. A casa cucino io, quello è il mio regno...mi piace cucinare tutto: durante la settimana soprattutto pasti sani, con molte verdure bollite, insalate di ogni tipo, pollo e carne. Cerco di riservare i pasti più elaborati, gustosi e calorici nei fine settimana. Il piatto preferito di Cristian? La milanese con purè di patate. Il nostro tempo libero, molto semplicemente, amiamo passarlo soprattutto a casa, con i nostri figli. Cristian scaramantico? No, per niente. Anzi, crede molto in Dio. Ciò che mi piace meno del suo lavoro è quando va in ritiro precampionato, perché trascorre molti giorni lontano da casa
".