Lettere alla redazione, non si è fatta giustizia sulla bomba carta

03.06.2015 17:28 di Marina Beccuti Twitter:    vedi letture
Lettere alla redazione, non si è fatta giustizia sulla bomba carta
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Mi dispiace ritornare sull'argomento per l'ennesima volta, ma non accetto l'atteggiamento attendista delle istituzioni ai massimi livelli a cominciare dal giudice sportivo che quando deve squalificare curve o chiudere stadi (per frasi ingiuriose o per cori razzisti) ci mette meno di un minuto a prendere le decisioni. Nel Derby di Torino del 26/04/2015 sono successi episodi di violenza, fuori e dentro lo stadio. Sono stati identificati i violenti e condannati con misure cautelari. Tra l'altro mi risulta abbiano potuto sciegliere con l'alternativa ai lavori sociali i provvedimenti ricevuti e già qui mi viene da piangere. C'è gente che per molto meno è finita in carcere, ma lasciamo perdere. Che ci sia difficoltà a chiudere una curva o a prendere posizione in modo serio sul problema pare evidente, tanto più quando si tratta di una società come la Juventus. Senza fare riferimenti specifici,ma basandosi sulle sentenze di tribunali di giustizia sportiva o penale negli ultimi anni, qualche problemino di giustizia, mi risulta ci sia stato o no? Certo, tutti aspettano la regina delle partite, la finale di Champions! Giocatori e tifosi, è comprensibile, ma gli atti vandalici e gli atti violenti terroristici non possono aspettare Berlino! L'immagine che ne viene fuori è vergognosa, figlia di quelle ingiustizie più o meno gravi che toccano il nostro paese. Poi non lamentiamoci vedendo quello che succede ai massimi vertici del calcio perché, come sempre e in tempi non sospetti, c'è chi arriva a conclusioni molto prima del tempo e di chi dovrebbe occuparsene in modo serio! Magra consolazione dire poi, "avevamo ragione"... Spygor 67