Lettere alla redazione, non contesto il presidente per partito preso

25.07.2011 18:48 di Marina Beccuti   vedi letture
Lettere alla redazione, non contesto il presidente per partito preso
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Un tifoso scrive alla nostra redazione, rispondendo ad una precedente lettera di un supporter che chiedeva unità d'intenti: "Come si fa a credere all'invito all'unita' di noi tifosi se tra le righe si legge un'acredine incredibile nei confronti della società? In una lettera precedente qualcuno ha detto che troppa gente pensa di essere più tifoso di altri quando lui è il primo a pensare di esserlo, questo traspare abbondantemente tra le sue righe. Io mi ripeto, come ho fatto altre volte, non sono nè pro nè contro Cairo quindi quando è giusto criticare lo si critichi ma farlo solo per partito preso no. Vorrei ricordare a questo tifoso che bene o male (purtroppo) se esistiamo ancora è grazie a questo signore, che ci piaccia o no. Poi se uno arriva a dire che la società manda via i giovani più promettenti, forse escludendo Benedetti, non si può dire che Comi sia una gran perdita, ma l'avete visto bene a giocare? Ha due piedi che sono dei ferri da stiro e non riesce a saltare un uomo in dribbling nemmeno a pagarlo. Per quanto riguarda gli altri Suciu è ritornato, Sperotto, Miello, Scaglia, Nitride sono in prestito secco, Taraschi è in comproprietà, Chiosa in ritiro a Sappada. Concludendo io non sono contro nessuno per natura ma se mi si viene a dire che si deve obbligatoriamente contestare il presidente della società allora è difficile trovarmi d'accordo. Claudio Sandri