Carlo Testa, essere diversi... un onore

03.12.2013 14:38 di Marina Beccuti   vedi letture
Carlo Testa, essere diversi... un onore
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

La classe non è acqua. La stessa classe che vi ha contraddistinto quando, distrutto il Toro Store, adoperandone l'arma del silenzio per mettere a tacere un fatto imperdonabile, ve ne siete lavati le mani... La stessa classe che vi ha contraddistinto quando, squalificate le curve, avete adoperato bambini (innocenti) per coprirne la vergogna. La stessa classe con cui li avete istruiti a gridare "merda" sui rilanci del portiere avversario. La stessa classe con cui avete cercato di strappare dalle mani di un bambino, la sua libertà di espressione, reo di aver esposto un foglio con su scritto "Forza Toro". Con la vostra indiscutibile classe avete cercato di coprire la vergogna con altra vergogna e siccome al peggio non c'è mai fine, triste è constatare che non riuscite nemmeno a vergognarvi in nome dell'effimero potere che vi accompagna di aver dato un esempio di finta grandezza davanti al mondo intero. Se questo è il messaggio che passa dalle vostre parti, orgoglioso dei nostri Granatini che, come nella foto, indossano magliette che, ad esempio, fanno della tenerezza uno dei tanti passaggi di crescita ed educazione che appartengono al nostro mondo. Quel nostro mondo, quello Granata, che sarà decisamente più povero del vostro...ma proprio per questo, infinitamente molto, molto ma mooolto più bello! p.s. ( ho visto bimbi con indosso T-shirt recanti la fotografia del vostro allenatore e la scritta "scatenate l'inferno" ma non riuscite proprio a vergognarvi? Spero che nessuno si offenda, a volte, quattro righe scritte con cuore (visto che pochi hanno il coraggio di fare altrettanto...) potrebbero anche servire per capire tanti errori (ed ORRORI) e magari perchè no, anche per fare qualche correzione la dove si è sbagliato, in fondo prima o poi davanti al Signore ci arriveremo tutti, ricchi o poveri non farà differenza. In fondo, diciamocelo pure tanto qui nessuno ci sta a sentire...nessuna differenza la si nota nemmeno ora, nel bagno su quella tazza...ricchi o poveri...la classe...tira l'acqua.