Un recente obiettivo granata d'attacco verso la Turchia

26.04.2021 11:19 di Claudio Colla   Vedi letture
Un recente obiettivo granata d'attacco verso la Turchia
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Panoramic/Insidefoto/Image Sport

Chiuso un lungo percorso, durato cinque e mezzo, con la maglia del Bournemouth poco meno di tre mesi fa, con l'approdo da "tappabuchi" - e relativo contratto a breve termine - tra le file dell'Everton, Joshua King, ventinovenne attaccante della nazionale norvegese, si prepara a una seconda esperienza, dopo l'inizio della sua carriera da professionista, fuori dal calcio inglese.

Approdato nel vivaio del Manchester United nell'ormai lontano gennaio del 2008, King è rimasto nell'orbita dei Red Devils per un quinquennio, tra formazioni giovanili e prestiti, inclusa una breve esperienza in Bundesliga, con la maglia del Borussia Monchengladbach, nella prima metà del 2011/12. Spiccato il volo poi dal 2015 in avanti, con la casacca dei Cherries, la punta e ala nativa di Oslo si è imposta all'attenzione di numerose dirigenze europee, per il suo senso del gol, unito a una grande capacità di svariare su tutto il fronte d'attacco, il tutto completato da fisico, spirito di sacrificio, gamba. Non era stato l'unico a sondarlo, la scorsa estate, Davide Vagnati; King, in uscita dal club del Dorset dopo la retrocessione in Championship, era stato tenuto in considerazione anche dalle due romane, oltre che da numerosi club di Premier (Brighton, Newcastle, persino il "suo" United).

Ora, una partenza a parametro zero alle porte, e un livello di gradimento sul mercato apparentemente attenuatosi. Nove apparizioni, finora, con la maglia dei Toffees, alla corte di Carlo Ancelotti, un sinistro zero alla voce "gol segnati". Si starebbe tuttavia manifestando, dalla Turchia, l'interessamento da parte di due dei quattro colossi di Istanbul: sulle tracce di King si sarebbero infatti portati sia il Fenerbahçe sia il Galatasaray. Il suo identikit, considerato l'imminente status di svincolato, resta comunque allettante, e non è da escludere che le sirene granata si facciano risentire, anche con maggior intensità rispetto al recente passato; specie considerato il fatto che, al momento, l'unica sicura conferma in rosa è quella di Antonio Sanabria.