Toro, ora Falcinelli può diventare una necessità

27.12.2017 20:54 di Claudio Colla   vedi letture
Toro, ora Falcinelli può diventare una necessità
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Al di là del 26enne attaccante del Sassuolo in sé e per sé, la necessità sembra al momento stare in ciò che Diego Falcinelli rappresenta: un'alternativa affidabile per il ruolo di prima punta ad Andrea Belotti, il cui infortunio sembra non suggerire alcunché di buono. Una quarantina di giorni di stop per il Gallo appaiono più che probabili, lasso di tempo che si prolungherebbe fino a primavera qualora il temuto interessamento al crociato si rivelasse realtà. E, mentre si lavora incessantemente alla pista che porta a Ilija Nestorovski, bomber macedone di casa Palermo, ci si interroga sull'opportunità di arrivare all'ex-Crotone, proveniente da una prima metà di stagione caratterizzata da una media-gol molto bassa (due sole reti segnate in 16 partite, per un totale di 1093 minuti in campo), culminata però nell'inaspettata vittoria casalinga contro l'Inter, un 1-0 deciso proprio da un suo gol. Qualora dunque il club emiliano, in corsa per la salvezza, bloccasse la cessione del bomber apparentemente ritrovato, il Toro si troverebbe nella necessità assoluta di esplorare altre ipotesi, per quanto ritenute secondarie da Petrachi stesso: dai veterani Borriello (SPAL) e Pazzini (Hellas), ad Alessandro Matri, potenziale esubero proprio di casa Sassuolo, a Filip Djordjevic, inutilizzato alla Lazio, per finire con l'eterno insoddisfatto di casa Fiorentina, Khouma El Babacar (altra "testa calda" che però potrebbe portare ulteriore tensione in uno spogliatoio già raramente sereno). E questo solo per quanto riguarda il mercato nostrano.