Toro, dalla Premier spunta Schelotto. Contatti avviati, c'è una rivale

25.06.2020 11:59 di Claudio Colla   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Toro, dalla Premier spunta Schelotto. Contatti avviati, c'è una rivale

Con la casacca sì del Chievo Verona, nel dicembre del 2014, ma indossando in quell'occasione, come in un foreshadowing cinematografico, gli stessi colori biancoazzurri che, a partire dal settembre del 2017, lo hanno portato a una risalita, dai ranghi del Brighton&Hove Albion, verso performance calcistiche di buon livello, dalle quali si era per lo più allontanato, in lunghi anni di esperienze poco fortunate, il 31enne laterale di difesa e di centrocampo Ezequiel Matias Schelotto potrebbe, per l'ennesima volta, tentare la fortuna nel calcio italiano. Considerato uno dei migliori prospetti del calcio nostrano a inizio decennio 2010, il giocatore, argentino di nascita, che si era messo in luce principalmente con la maglia dell'Atalanta, perse molta della propria spinta nel passaggio all'Inter; della sua militanza tra le file dei neroazzurri meneghini, si ricorda il gol nel "Derby della Madunìna", risalente al febbraio del 2013, a meno di un mese dal suo arrivo, e poco altro.

Reduce dalla rocambolesca vittoria ai danni dell'Arsenal, Schelotto ha fornito ai Seagulls un buon contributo, nel ruolo di terzino destro, prima di essere sostituito da un altro ex-Inter, lo spagnolo Martin Montoya. La politica societaria del club del Sussex induce tuttavia a pensare che all'italo-argentino, se non altro per ragioni anagrafiche, verrà difficilmente esteso il contratto oltre la fine della stagione in corso. Schelotto, discreto girovago del calcio continentale, sarà dunque, come avrà ben imparato a dire nel triennio in terra d'Albione, up for grabs. E, stando a quanto riporta Tuttosport, sarebbe proprio il suo il profilo al quale Vagnati, in cerca di un colpo d'esperienza a basso costo per le corsie laterali, starebbe guardando. Una volta verificatene le condizioni atletiche di base, un suo ingaggio a parametro zero potrebbe rappresentare un buon innesto; per quanto, considerata la presenza in rosa di due veterani come Ansaldi e De Silvestri, destinati in linea di massima a restare, la priorità resta quella di portare in granata volti nuovi decisamente più giovani (con tanti nomi monitorati, da Ranieri a Ouwejan, passando per Tripaldelli).

A tal proposito, i contatti con l'entourage dell'ex-Atalanta, Parma e Sporting Lisbona, rappresentato dall'agenzia Football Capital, sarebbero già iniziati. Schelotto avrebbe gradito l'ipotesi granata, dando un ok di massima alle trattative, affermando di preferire un possibile approdo al Toro rispetto all'altra attuale pretendente, l'ambizioso Benevento, in procinto di tornare in Serie A. Intorno a un milione e 650 mila euro il suo attuale ingaggio annuo, è plausibile pensare che tale cifra possa essere confermata.