Porte aperte su un recente obiettivo per i pali del futuro

03.03.2021 09:42 di Claudio Colla   Vedi letture
Porte aperte su un recente obiettivo per i pali del futuro
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Tornato tra le file di "mamma Inter" con l'auspicio di ottenere spazio, seppur alle spalle di un colosso come Samir Handanovic, l'estremo difensore romeno Ionut Radu, ventiquattro anni da compiere il prossimo 28 maggio, resta per ora al proverbiale palo. Zero minuti in campo in gare ufficiali lungo la stagione in corso, e, aspetto che tormenta ancor di più i sonni del giocatore, dei vertici societari che continuano a guardare altrove (Juan Musso, Alessio Cragno, Rui Silva) per la successione del veterano sloveno.

Stando a quanto riportato da interlive.it, Antonio Conte proprio non sembra vedere Radu come prossimo titolare, e, a tal proposito, qualora il tecnico salentino, come appare al momento probabile, rimanesse in sella, il classe '97 chiederebbe la cessione. Anche a titolo definitivo, per ripartire dal positivo anno e mezzo trascorso tra i pali del Genoa, dall'estate 2018 al gennaio del 2020. Con un Sirigu in probabile uscita, il Toro potrebbe dunque tornare a farsi sotto per Radu, dopo l'abbozzo di sondaggio risalente a circa un anno e mezzo fa. Sotto contratto col club neroazzurro fino al giugno 2024, Radu, passato in anni recenti anche da Avellino e Parma, potrebbe essere ceduto in prestito inclusivo di diritto di riscatto: valutazione del cartellino di sette milioni di euro da parte di Transfermarkt.de, il romeno, una volta terminata la stagione, sarà a bilancio per poco più di sei, e, nell'ipotesi di un trasferimento permanente in vista dell'estate 2022, l'affare potrebbe essere chiuso tra i quattro e i cinque milioni, magari anche sulla base di bonus legati a presenze e prestazioni, anche considerato l'ormai anno abbondante di assenza dal terreno verde.