Petagna resta "nome caldo" per il mercato granata. Ma quanto può arrivare a costare?

21.03.2019 11:12 di Claudio Colla   vedi letture
Petagna resta "nome caldo" per il mercato granata. Ma quanto può arrivare a costare?
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Certamente non un bomber di razza, né un fenomeno di tecnica, Andrea Petagna, 24 anni il prossimo 30 giugno, è però un nome in grado di tornare ad aspirare a palcoscenici di rango quanto meno medio-alto, dopo essersi ritagliato uno spazio oltre le aspettative nel biennio trascorso a Bergamo. Come noto, uno dei club interessati al classe '95 di scuola Milan è il Toro: Petagna, più che per Belotti, potrebbe essere un sostituto per Simone Zaza. Sinistri di piede entrambi, prime punte più per caratteristiche fisiche che per autentica vocazione al gol, Petagna è il classico attaccante "che fa legna", capace innanzitutto di sgomitare, di portar via l'uomo, di aprire spazi. Certo, non un profilo di primissimo piano, almeno per ora, ma un giocatore solido che, a prezzo modico, può rappresentare un buon colpo di mercato. E chissà che, non mancando i margini di miglioramento, l'atleta triestino non sviluppi doti che lo elevino ulteriormente di livello. Dall'estate 2017, seguita alla stagione in cui si affermò come titolare nell'Atalanta di Gasperini, superando la concorrenza di Alberto Paloschi, il suo valore di mercato, secondo Transfermarkt.de, sarebbe passato da 7 a 10 milioni di euro. Alla SPAL la sua media-gol si è impennata sensibilmente (da 0.143 reti a partita a 0.42, essenzialmente tre volte tanto), e, ove gli estensi veleggiassero verso una salvezza tranquilla, e Petagna riuscisse a toccare quota 15, non è escluso che il prezzo del suo cartellino possa raggiungere i 12 e mezzo-13 milioni di euro. Cifra che certamente preluderebbe a una scommessa: affascinante, ma non priva di insidie, né di potenziali delusioni e ripensamenti, come tutte le scommesse. Non è altresì escluso che, in definitiva, sia Petagna stesso a voler trascorrere ancora una stagione a Ferrara, per crescere e mantenere la certezza di giocare con continuità. Magari di fronte a un significativo ritocco dell'ingaggio, che attualmente ammonta a un milione e 200 mila euro (cifra che fa di Petagna il giocatore più pagato di casa SPAL), che il club finanzierebbe con la pressoché certa cessione di Lazzari.