Pedullà: "Cerci, partita aperta tra bluff e depistaggi"

20.08.2014 16:50 di Lorenzo Buconi   vedi letture
Pedullà: "Cerci, partita aperta tra bluff e depistaggi"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dalle pagine del suo sito, l'esperto di calciomercato Alfredo Pedullà, ha dato gli ultimi aggiornamenti sul futuro di Alessio Cerci: "E' una partita aperta fino alla fine. Chi ieri aveva messo il Milan fuori dalla corsa, oggi l'ha considerato assolutamente in corsa. Il mercato è umorale, spesso contiene contraddizioni striscianti. La decisione arriverà, magari non proprio l'ultimo giorno di mercato, forse tra questo fine settimana e l'inizio della prossima. Il Milan non può arrivare a 18 milioni cash, cercherà di mettere una base da 13-14 milioni più un'eventuale contropartita tecnica. Come abbiamo spiegato diversi giorni fa, questa fase di stand-by può essere un vantaggio per i rossoneri, considerato che l'Atletico Madrid (tweet sospetti a parte) mai fin qui si è avvicinato alla cifra chiesta da Cairo. Può darsi che lo faccia, il Milan deve giocare sul filo: ovvero sperare che trascorra qualche altro giorno, che le concorrenti siano defilate (il Monaco non si è ancora ben materializzato) per sferrare l'assalto decisivo. In fondo, Cerci è il primo della lista: a quel punto il suo arrivo salverebbe il mercato, a meno che non emergano situazioni nuove (esempio Douglas Costa) oggi difficilissime".