Lecce, il presidente parla del caso Falco: "C'è una clausola rescissoria esigua"

01.01.2021 13:52 di Marina Beccuti Twitter:    vedi letture
Lecce, il presidente parla del caso Falco: "C'è una clausola rescissoria esigua"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Sticchi Damiani, presidente del Lecce, ha spiegato a Trnews.it la situazione di Filippo Falco, specificando che il giocatore aveva chiesto di andare a giocare in A, e che per questo motivo si è innescata una clausola rescissoria aad una cifra non esigua. 

“Forse è esagerato parlare di un caso Falco, il fatto è noto, il ragazzo sin da questa estate ha manifestato la sua aspirazione più o meno legittima di andare a giocare nella massima serie, il suo agente l’ha ribadito varie volte, il mercato estivo non ha presentato nessuna offerta concreta se non una esigua nell’ultimo giorno di mercato e noi all’ultimo giorno non cediamo i calciatori perché non possiamo rimpiazzarli. Questo ha generato delusione, poi a mercato chiuso abbiamo incontrato l’agente di Falco per trovare una soluzione di buonsenso soprattutto per accontentare il giocatore ed averlo con la testa connessa con noi. A quel punto l’unica possibilità era di individuare una clausola rescissoria per il mercato di gennaio, a cifre peraltro esigue, per consentire al ragazzo di seguire le sua aspirazioni, e quindi con un gentlemen’s agreement abbiamo pattuito la clausola risolutiva, questo per avere Falco con noi da agosto fino ad oggi”.