Dall'Inghilterra: anche un club di Premier ci prova per Niang

01.10.2020 12:07 di Claudio Colla   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Dall'Inghilterra: anche un club di Premier ci prova per Niang

Sempre più forte il suo contrasto con il tecnico del Rennes, Julien Stéphan, dopo l'interminabile telenovela di mercato che lo ha visto per mesi vicinissimo ad approdare tra le file dell'Olympique di Marsiglia, per il venticinquenne attaccante senegalese M'Baye Niang sembra essersi riaperta, decisamente a sorpresa, la pista verso un ritorno tra le file del Toro. Voluto in granata con decisione da Sinisa Mihajlovic, nell'estate del 2017, non si può dire che l'ex-Milan avesse lasciato un ricordo di sé dai contorni particolarmente commendevoli, nella memoria del club e dei tifosi granata: instabilità tattica, irruenza in campo e fuori, scarsa propensione al lavoro di squadra e al sacrificio. Il suo grande impatto atletico, tuttavia, ha fornito ai rossoneri bretoni, nel corso delle ultime due stagioni, un grandissimo contributo, rispetto al raggiungimento di risultati decisamente al di sopra delle iniziali aspettative riposte nella squadra.

Ora, un possibile rientro, seppur in un contesto di gioco decisamente non più congeniale alle sue caratteristiche, rispetto a strategie, moduli e modalità di Miha (diverso il discorso per il 3-5-2 di Mazzarri, piuttosto lontano dalla possibilità di esaltarlo al meglio, anche per via, lo si è detto, della tendenza manifestata allora da Niang a "giocare un po' come gli pareva"). Sulla strada del quale, qualora fosse proprio il classe '94 la risposta alle richieste di Giampaolo, si starebbe frapponendo, stando a quanto riportato dall'Express & Star di oggi, il West Bromwich Albion di Slaven Bilic. Reduci da un pareggio e due sconfitte nelle prime tre gare di Premier, i Baggies, matricole del campionato inglese quest'anno, rappresenterebbero peraltro uno scenario di crescita ideale per Niang, secondo l'esperto Luke Hatfield, al netto di una certa asprezza caratteriale del giocatore, tollerata in Premier tendenzialmente molto meno di quanto lo sia in Serie A. L'atleta nativo francese è peraltro già passato dal massimo campionato d'Albione, nella seconda metà del 2016/17, in prestito al Watford, disputando sedici gare e siglando due reti.