Sukur e la sua lotta contro Erdogan. Da attaccante ad esiliato

14.10.2019 13:18 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Sukur e la sua lotta contro Erdogan. Da attaccante ad esiliato

L'ex attaccante granata Hakan Sukur sta lottando da anni contro Erdogan e per questo motivo è un dissidente, costretto a vivere all'estero da esiliato per volere del presidente turco (non è potuto tornare in patria nemmeno per il funerale del padre, spirato in carcere per una brutta malattia, ndr). 

Da attaccante come giocatore, a difensore dei diritti umani nel suo paese, da uomo, libero pensatore.

"La mia è una lotta per la giustizia, per la democrazia, per la libertà e per la dignità umana. Non mi importa di quello che posso perdere se a vincere è l'umanità", ha scritto Sukur su Twitter, al quale sono stati sequestrati tutti i suoi beni.

Sukur vive a Palo Alto in California con la seconda moglie, dove gestisce una panetteria

Questo il tweet di Sukur:

"La mia é una lotta per la giustizia, per la democrazia, per la libertà e per la dignità umana. Non mi importa di quello che posso perdere se a vincere é l'umanità. — Hakan Şükür (@hakansukur) October 13, 2019"