Primo giorno da dt per Sorrentino: "Il sogno? Dopo Juve e Toro spero ci sarà la Fc Torinese 1894"

06.07.2020 15:58 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: www.torinotoday.it
Primo giorno da dt per Sorrentino: "Il sogno? Dopo Juve e Toro spero ci sarà la Fc Torinese 1894"

Giornata importante per Stefano Sorrentino che oggi è stato protagonista della presentazione del nuovo staff della sua nuova squadra, dove sarà il direttore tecnico, l'Fc Torinese 1894. Il padre Roberto invece sarà il mister.

"Andato via dall’incontro ho detto a mio padre che loro parlavano la nostra stessa lingua. Sembra siano stati sempre nel professionismo. Perciò, nonostante tante offerte ricevute, siamo venuti qui. Un motore importante è stato anche il legame storico con il Torino. Io ho esordito in maglia granata e tornare nella mia città per una società così legata alla storia è stato importante. Così come partire da 0 per puntare in alto. Mi stimola".

Sorrentino ha spiegato: "Ho fatto il portiere, l’anno scorso l’attaccante. Ho fatto tutti i ruoli praticamente. Qui allenatore e presidente erano già presi e mi sono accontentato di fare il Direttore Tecnico. Per il resto mi rendo conto di avere magari ancora l’occhio da allenatore, ma per come posso porto la mia esperienza a servizio di tutti".

Sorrentino è ambizioso e pensa in grande, dove vuole arrivare questa società? "Diventare la terza squadra professionistica in Torino Città dopo Juve e Toro", un bel sogno e si spera succeda, perchè c'è bisogno di calcio oltre alle due squadre storiche di serie A.

Infine non poteva mancare una battuta sul Torino attuale: "Penso che il campionato debba finire il prima possibile. Mettere un punto e gettare le basi per la prossima stagione. Il Toro è da più di un anno che è in campo perché sono stati i primi a iniziare. Hanno bisogno di mettere un punto a questo campionato".

Per fare un po' di storia c'è da ricordare che l'Fc Torinese 1894 è il club dal quale nacque il Torino Calcio, ma quando divenne il Toro di questa società non si seppe più nulla. Due anni fa ci fu l'idea di provare a far tornare viva questa società, seconda per anzianità solo al Genoa, grazie alle ambizioni del suo presidente Sante Squillace.