Petrachi, Roma addio: il giudizio di quattro giornalisti

16.06.2020 15:40 di Federico Danesi   Vedi letture
Fonte: Tuttomercatoweb.com
Petrachi, Roma addio: il giudizio di quattro giornalisti

Due promozioni e altrettante bocciature, soprattutto sul piano comunicativo. Il tempo di Gianluca Petrachi alla Roma sembra finito e Tuttomercatoweb.com ha chiesto a quattro colleghi che conoscono bene club e ambiente un giudizio. Critico quello Gabriele Chiocchio (Vocegiallorossa) "Petrachi è stato un ds normale, forse fin troppo per quelle che sono le esigenze dei giallorossi. Un mercato estivo condotto (con l'ombra di Franco Baldini) pensando tanto all'immediato presente e meno al futuro, uno invernale portato avanti, chissà, con la convinzione che sarebbe arrivata una svolta a livello societario, poi mancata. Il suo prossimo addio è comunque sintomo di idee poco chiare e di poca progettualità all'interno dell'attuale dirigenza" . Anche Filippo Biafora (Il Tempo) non è rimasto entusiasta: "Difficile valutare l'operato di Petrachi, visto che siamo alla sua prima stagione, ancora in corsa in Europa League e in teoria per il quarto posto in campionato. Il suo mercato è stato certamente più volto alla concretezza rispetto al passato e molte operazioni sono state necessarie a causa di situazioni economiche pregresse. Sul lato comunicativo ha sbagliato molte volte, causando frizioni non soltanto con la dirigenza, ma anche con i calciatori e il mister".

Più convinto Augusto Ciardi (Teleradiostereo) "Il suo operato tecnico lo giudico positivamente. La Roma non ha mezzi spropositati, ma il mercato estivo è da promuovere. Alla base delle frizioni col presidente ci sono le sue spigolature caratteriali, che lo inducono a esternazioni non un linea col basso profilo dialettico sposato dalla Roma. Che però doveva conoscere il modo di fare del direttore sportivo, perché il suo carattere era già noto durante l'esperienza al Torino. È il terzo direttore, dopo Sabatini e Monchi, con cui si rischia di chiudere male il rapporto dopo l'idillio iniziale". Infine Alessandro Tagliaboschi (Romanews) "Dal punto di vista sportivo giudico positivamente l'operato di Petrachi: i prestiti di Smalling e Mkhitaryan, gli acquisti di Diawara e Veretout sono operazioni riuscite, senza dimenticare il rinnovo di Zaniolo e Dzeko. Credo, invece, che in alcuni momenti abbia fatto errori nella comunicazione".