Granata nella storia: che fine ha fatto Claudio Sclosa?

12.11.2019 10:00 di Marcello Ferron   Vedi letture
Fonte: Wikipedia.org
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Granata nella storia: che fine ha fatto Claudio Sclosa?

Come abbiamo detto molte volte, il  Toro della prima metà degli anni '80, pur non avendo conquistato trofei, ha lasciato certamente bei ricordi ai propri tifosi, e lo stesso hanno fatto diversi giocatori di quel periodo. Tra questi si può annoverare anche Claudio Sclosa, centrocampista cresciuto nel vivaio granata, e che vestì la maglia della prima squadra in due periodi distinti, dal 1979 al 1982, e nella stagione 1984-85. 

La prima stagione disputata con la maglia del Toro è quella del 1979-80. Sclosa, prodotto del vivaio, trova spazio relativo tra i titolari in quella prima stagione, ma riesce comunque a totalizzare 9 presenze, debuttando contro la Lazio, il 30 dicembre 1979. I granata, guidati da Gigi Radice, chiudono il campionato al terzo posto, si qualificano per la Coppa UEFA, e Sclosa dà la sensazione di poter essere un giocatore sul quale puntare nella stagione successiva. E così è: Sclosa, nel campionato 1980-81, diventa un titolare della squadra. In campionato totalizza ben 23 presenze, e viene schierato titolare anche nelle Coppe, dove trova per 3 volte la via del gol. In Coppa Italia realizza 2 reti, contro SPAL e Bologna, ed i granata arrivano fino alla finale contro la Roma. Dopo un doppio 1-1, i granata cedono ai calci di rigore; Claudio realizza il suo, ma gli errori di Pecci e Graziani sono fatali al Toro. Va a segno anche in Coppa UEFA, nel match di andata degli ottavi di finale contro gli svizzeri del Grasshoppers. La stagione successiva gioca con meno regolarità, totalizzando 15 presenze in campionato. Anche in quella stagione la Coppa Italia si ferma sul più bello per i granata, che devono arrendersi all'Inter nella doppia finale. A fine stagione lascia il capoluogo piemontese, ma dopo due stagioni spese con le divise di Bologna e Como, torna al Toro nella stagione 1984-85. I granata, guidati di nuovo da Radice, disputano un grande campionato, e chiudono al secondo posto alle spalle del Verona di Osvaldo Bagnoli. In quella stagione Sclosa è un titolare della squadra, colleziona 25 presenze segna 1 gol, il 25 gennaio 1985 ad Ascoli, in una gara terminata sul 2-2. Quella sarà l'ultima stagione sotto la Mole, visto che l'anno successivo passa al Bari.

Successivamente, oltre alle maglie di Cremonese, Pisa e Pistoiese, giocherà per ben 6 stagioni con la maglia della Lazio. Appende gli scarpini al chiodo nel 1996. Successivamente è rimasto nel mondo del calcio come procuratore e come dirigente, ed attualmente ricopre il ruolo di responsabile degli osservatori dell'Inter. Ma da calciatore, la maglia granata, assieme a quella biancoceleste della Lazio, è certamentye quella con la quale Sclosa viene ricordato maggiormente.