Visto dalla curva: figli di un dio minore?

Per la seconda volta Mediaset Premium trasmetterà il Torino in differita mercoledì
28.10.2008 08:22 di Marina Beccuti   vedi letture
Visto dalla curva: figli di un dio minore?
TUTTOmercatoWEB.com

di Elvis Bogetti

Il piacere di vedere, sostenere e purtroppo ultimamente soffrire per il Toro, è una scelta che ogni tifoso deve poter fare. E allora perché chi ha sottoscritto un abbonamento a Mediaset Premium non può vedere la propria squadra del cuore nonostante abbia pagato regolarmente?


È la seconda volta che una partita del Toro non è trasmessa in diretta, ma in differita alle ore 24.00. Tutto ciò non lo trovo giusto. Ogni tifoso che sia del Torino, Atalanta, Genoa, Chievo o Reggina avendo fatto l'abbonamento ed avendo pagato in anticipo, deve avere la possibilità di usufruire del servizio per cui ha corrisposto la somma di denaro richiesta dal gestore.
Invece avendo Mediaset Premium un numero limitato di canali ha deciso che le partite delle "piccole", probabilmente perché figlie di un Dio minore, non vengano trasmesse, dando la precedenza alle cosiddette "grandi".
Ma la domanda sorge spontanea: i nostri soldi non hanno la stesso valore di quelli degli altri tifosi? Inoltre, quando ho acquistato il decoder e le ricariche, io non ho comunicato per quale squadra faccio il tifo. E allora perché le partite del Toro non vengono trasmesse? Come fanno a sapere per quale squadra tifo? Per quale motivo non ho avuto uno sconto per le partite che non avrei potuto vedere? Perché i tifosi di Milan, Inter, ecc.. non hanno pagato di più? Perché, nonostante questo, le suddette squadre hanno ricevuto maggiori quattrini dalle televisioni per i Diritti TV?


Ci sono persone che amano recarsi allo stadio per cantare o fischiare, applaudire o contestare, godere o piangere, insomma vivere le emozioni direttamente dallo stadio, scegliendo una posizione di tribuna o di curva, magari in base alle proprie possibilità (ad esempio: Tribuna Grande Torino 2800,00 euro; abbonamento in tribuna o nei distinti 500,00 euro circa; costo abbonamento in curva 230,00 euro).


Allo stesso modo, c'è chi non ama andare allo stadio perché preferisce vedere le partite comodamente a casa, in pantofole, seduto in poltrona; per cui, sempre in base alle proprie disponibilità economiche, decide di abbonarsi a Sky spendendo circa 500,00 euro all'anno e vedere tutte le partite, in casa e in trasferta, della propria squadra e tutti gli altri match del campionato. Oppure decide di sottoscrivere un abbonamento a Mediaset Premium spendendo circa 180,00 euro perché si accontenta di vedere qualche partita in meno (visto che alcune squadre non fanno parte del pacchetto Mediaset) ma essendo meno costoso lo ha considerato un buon compromesso. Detto questo non riesco a giustificare il comportamento di Mediaset Premium che non solo continua a discriminare sempre gli stessi tifosi in confronto ad altri(sicuramente i nostri odiati cugini o le milanesi o le romane saranno sempre in prima fila), ma che non prenda in considerazione la possibilità di trasmettere, ad esempio, il primo tempo di un match ed il secondo di un altro; oppure di trasmettere in contemporanea due partite collegandosi alternativamente con i due campi; o piuttosto dedicare il canale di Diretta Premium alle partite che non vengono trasmesse. Addirittura nella precedente occasione su Diretta Premium facevano comunque vedere maggiormente gli spezzoni delle partite che venivano già trasmesse sugli altri canali, collegandosi raramente con Chievo-Toro o Atalanta-Cagliari.


Personalmente lo trovo veramente uno scandalo. Ho pagato per un servizio che non posso sfruttare e questo non lo trovo giusto.