Match Analyst Iervolino: "Lobotka? Intensità, visione e riscatto"

01.01.2021 06:42 di Redazione TG   Vedi letture
Match Analyst Iervolino: "Lobotka? Intensità, visione e riscatto"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La ricerca di un playmaker è ancora la priorità del Ds Vagnati? Secondo gli ultimi rumors un nome possibile è Stan Lobotka, ex centrocampista del Celta Vigo, quasi mai impiegato da mister Gattuso a Napoli. Un nome che scalda poco il cuore dei tifosi granata, ma che secondo Angelo Iervolino, allenatore e match analyst, potrebbe essere utile a mister Giampaolo. 

Ecco quanto dichiarato da mister Iervolino a torinogranata.it:

"Arrivato da un anno in Italia, Lobotka dopo un primo momento che sembrava essere qual giocatore che il Napoli attendeva, è stato pian piano però messo ai margini di un progetto tecnico che sembra ora poter far a meno di lui. Un giocatore intenso , dalla grossa mole di movimento, che predilige stare al centro di campo dettando tempi e rotture. Stanislav si destreggia bene con entrambi i piedi, riuscendo con padronanza e grande abilità nel cambio gioco con rapidità, precisione e anticipo dei tempi. Giocatore che fa anche della sua forza fisica una caratteristica importante: regge con disinvoltura i duelli fisici, ottimizza una buona protezione palla con il suo baricentro, anche quando va in forte conduzione di palla avanzata. Giocatore che possiede grande personalità anche nel 1 contro 1 dove con coraggio predilige lo spazio in avanti da attaccare con velocità e prendersi il duello con caparbietà e velocità. Possiede una grande padronanza tecnica nel dominio del pallone, questo gli permette di uscire da situazioni di pericolo, anche contro più avversari in pressione, con facilità e coraggio. Tutto questo condito da una grande forza fisica, integrità morale e grande forza mentale, un giocatore che non risparmia se stesso in nessun momento della gara. Un giocatore che sa ben essere funzionale alla giocata successiva e in zona di rifinitura verticalizza con facilità, rapidità e in tempi d’esecuzione bassissimi, veramente una dote che può essere di sicuro vantaggio per la batteria offensiva del Torino. Di certo un giocatore dal grande potenziale, che messo nelle condizioni giuste, in un modello di gioco a lui congeniale, può davvero esplodere, e forse, il momento del Toro e il suo momento possono ben collimare per un riscatto di entrambi".