Marco Liguori (Pianeta Genoa): “Torino e Genoa? Due formazioni in cerca di autore”

"Milanetto? Non lavora più al Genoa ma il Toro non l'ha annunciato..."
29.11.2019 07:04 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Marco Liguori (Pianeta Genoa): “Torino e Genoa? Due formazioni in cerca di autore”

Con Marco Liguori, direttore di PianetaGenoa1893.it TorinoGranata ha parlato della prossima partita che vede impegnate la squadra granata in casa di quella rossoblù. Un match interessante ma anche difficile per la posizione di classifica delle due squadre, dove il Genoa è messo peggio essendo in piena zona retrocessione

“Il Genoa è reduce da due risultati confortanti, però per la salvezza occorre fare punti. Nel secondo tempo giocato contro la Spal è andata meglio, grazie a tre cambi fatti da Thiago Motta. L’attacco però ha fallito l’obiettivo. Per quanto riguarda il Torino, l’ho visto contro l’Inter e non avrei mai detto che potesse subire così tanto il gioco avversario. Questa partita è un'incognita. Sono due formazioni in cerca di autore”.

Il Genoa ha cambiato allenatore, il Torino intende invece proseguire con Mazzarri.

Il Genoa aveva già dei tecnici sulla lista, poi è stato scelto Thiago Motta. Per quanto riguarda il Toro non vedo altri allenatori in grado di sostituire Mazzarri. Motta ha conquistato 5 punti in 5 partite, ma il Genoa deve correre di più e deve cominciare a vincere”.

Il Genoa era partita pensando alla lotta salvezza?

L’idea era quella di disputare un campionato tranquillo, ma è sfuggito alla società di migliorare l’attacco, l’hanno messo sulle spalle di Pinamonti, che però è troppo giovane per gestire un fardello così grande. Ci vorrebbe un Borriello che non esiste più, uno che faceva reparto da solo.

Si sa qualcosa di Milanetto? Al Toro ancora non è stato ufficializzato, ma sembra lavori già con Bava.

Al Genoa Milanetto non lavora più, ma non sappiamo esattamente che incarico abbia assunto con il Toro, presumo sia una collaborazione esterna.

Mazzarri non gioca con un regista, che però sarebbe utile al Toro…

Non credo che un regista vero e proprio l’abbia mai avuto nelle squadre che ha allenato in precedenza, è una caratteristica del suo gioco, ma nel momento in cui devi costruire la manovra non va bene. Il Toro è una squadra troppo prevedibile, contro l’Inter, che non fa molto testo, non aveva mordente, ma anche la manovra era lenta, troppo prevedibile, così si soccombe. Se il centrocampo non ce la fa anche la difesa ne soffre. Sta succedendo un po’ come l’ultimo periodo di Andreazzoli.

Muzzi ha lasciato il Genoa per andare a fare l’allenatore di una prima squadra.

La considero una buona scommessa, su una piazza meno problematica come all’Empoli, in serie B. E’ uno che pare abbia delle belle idee.

Tu sei anche di Napoli e segui la squadra di Ancelotti. Le multe di ADL forse hanno scatenato un pandemonio che si poteva evitare?

E’ stata una tempesta in un bicchiere d’acqua, ognuno ci ha messo del suo, ADL poteva anche pensarci prima, sono cose delicate, da non parlarne in radio o farne troppo clamore. Meglio discuterne in privato.

Che risultato ti aspetti sabato sera?

Sono due squadre in un periodo non facile, è difficile fare un pronostico, il Genoa deve vincere altrimenti non si tira fuori da questa situazione. Sarà una partita un po’ nervosa, perché entrambe devono fare punti. Il Toro deve almeno portare a casa un punto, se perde Mazzarri rischia davvero.

Questa la probabile formazione del Genoa contro il Torino di Marco Liguori: Radu, Ghiglione Romero, Zapata, Criscito, Cassata, Schone, Lerager, Pandev (Gumus), Pinamomti, Agudelo.