Giuseppe Falcão: «Roma in crescita, ma il Torino è una delle squadre più difficili da affrontare»

L'opinionista giallorosso: «I giallo-rossi sono al di sotto delle aspettative, ma la situazione di classifica è migliorata. Il Torino? Penso possa lottare fino in fondo per l'Europa»
18.01.2019 09:00 di Giuseppe Livraghi  articolo letto 3098 volte
Fonte: Giuseppe Livraghi
© foto di Federico Gaetano
Giuseppe Falcão:  «Roma in crescita, ma il Torino è una delle squadre più difficili da affrontare»

Smaltita la delusione per l'eliminazione dalla Coppa Italia, il Toro si rituffa nel campionato, che lo vede riprendere da dove aveva chiuso l'anno 2018: all'Olimpico di Roma, stavolta opposto ai giallo-rossi. Una Roma reduce dal facile (ma per nulla scontato) passaggio del turno in Coppa Italia (4-0 interno alla Virtus Entella, club di Serie C) e da due vittorie consecutive in campionato (con Sassuolo e Parma), fortemente decisa ad agguantare l'ultimo posto valido per la Champions League, mentre il Toro necessita di punti in chiave Europa League. Che partita sarà? Che Roma troveranno i granata? Abbiamo sentito, a tal proposito, Giuseppe Falcao, uno dei massimi conoscitori dell'ambiente romanista, nonché opinionista e figlio del Paulo Roberto Falcão “ottavo Re di Roma”.

Giuseppe, questa partita è importantissima in chiave europea per entrambe le squadre.

«Senza dubbio. La Roma deve assolutamente vincere, per dare continuità alle belle vittorie con Sassuolo e Parma, con le quali ha positivamente chiuso il 2018. Di certo, i giallo-rossi non sono finora stati in linea con le aspettative, però in queste ultime giornate la classifica è nettamente migliorata, la squadra è in crescita. Purtroppo, in precedenza sono stati persi per strada punti in partite teoricamente facili, come quelle con SPAL, Bologna ed Udinese. Quella romanista è una squadra giovane, che può vincere con chiunque, come perdere con chiunque».

E il Toro?

«Il Torino è una squadra che può lottare fino in fondo per la qualificazione europea. Quantomeno ne ha le potenzialità, potendo contare su un attacco composto da Iago Falque e Belotti. Inoltre, un altro elemento granata di grande valore è Baselli. Il Toro è una delle squadre più insidiose di tutto il campionato, con uno stile di gioco molto attento, quasi sornione (in senso buono), contro cui è davvero difficile giocare».

Che partita ti aspetti?

«Premettendo che la Roma avrà delle importanti assenze, mi aspetto una gara difficile, complicata, molto tattica. A mio parere, credo che questo Roma-Torino sarà una gara simile al Lazio-Torino dello scorso dicembre, ultima giornata prima della sosta».

Il Torino arriverà a Roma col peso dell'eliminazione dalla Coppa Italia.

«Esatto. Appunto per questo motivo la Roma deve stare concentrata. Questa gara può essere un importante crocevia per i giallo-rossi, sulla strada verso la qualificazione alla Champions League».

Mentre il Toro punta all'Europa League...

«Il Torino non è solo una buona squadra, ma un club con una grande storia, che appassiona chi ama il calcio. Meriterebbe l'Europa».