ESCLUSIVA TG-Vittorio Arba (TuttoCagliari): "Per Di Francesco prossime tre sfide decisive. Nel Toro Belotti pericolo numero uno"

18.02.2021 11:30 di Marcello Ferron   Vedi letture
ESCLUSIVA TG-Vittorio Arba (TuttoCagliari): "Per Di Francesco prossime tre sfide decisive. Nel Toro Belotti pericolo numero uno"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Domani sera alla Sardegna Arena Cagliari e Torino si affronteranno in una partita che sarà importantissima per entrambe, coinvolte in una lotta per non retrocedere non preventivata ad inizio stagione. Per presentare questo scontro diretto la redazione di TorinoGranata.it ha intervistato Vittorio Arba, giornalista di TuttoCagliari.net e TifoBlog.

Cagliari e Torino arrivano allo scontro diretto di domani in una situazione di classifica estremamente delicata. Quali sono secondo te le cause di questi risultati al di sotto delle aspettative?

"Partiamo da una premessa: quest'anno, le squadre che hanno cambiato allenatore e di conseguenza sistema di gioco e giocatori ad inizio stagione, a cavallo tra la fine della passata stagione (agosto) e l'inizio della stagione in corso (settembre), hanno avuto o stanno avendo tutte difficoltà, come appunto Cagliari e Torino oltre a Parma, Genoa (che poi ha cambiato nuovamente in corsa) e Juventus. Con tutta la situazione legata al Covid, forse era meglio optare per scelte continuative o comunque meno radicali, come nel caso delle squadre citate, visto che, in linea di massima, le squadre che stanno rendendo meglio sono quelle che hanno cambiato meno rispetto alla passata stagione. Di certo, Torino e Cagliari, non sono sulla carta squadre da lotta salvezza, seppur i risultati negativi attestino, per le prestazioni offerte finora, il contrario". 

Il Torino ha deciso di cambiare tecnico optando per Nicola, mentre il Cagliari per ora ha confermato la fiducia a Di Francesco. Pensi che la partita con i granata possa essere decisiva per il suo futuro?

 "Il Cagliari e Di Francesco, si stanno giocando tantissimo in questo tris di scontri diretti: dopo il Toro, ci saranno le sfide con Crotone e Bologna. Tre autentici scontri salvezza che diranno tanto sul prosieguo del campionato rossoblu. Finora la linea (a mio modo di vedere, legata alla anche alla situazione Covid) è stata quella di proseguire con Di Francesco, vedremo se sarà ancora così in base ai risultati di domani e delle altre due gare successive". 

Che tipo di partita ti aspetti domani sera? E chi pensi possa avere in mano il pallino del gioco?

"Può succedere di tutto, questa è la classica partita nel quale o le due squadre si sfideranno a viso aperto, senza alcun timore reverenziale, oppure opteranno per un atteggiamento più prudente, vista la pesantezza dei punti in palio". 

Chi pensi potranno essere, da una parte e dall'altra, i giocatori in grado di fare la differenza?

"Per quanto riguarda il Toro, sicuramente Belotti, l'unico in grado di trascinare concretamente i suoi. Mentre per quanto riguarda i rossoblu, ci si aspetta che l'attacco si sblocchi, visto che in questa fase sono mancati i gol soprattutto da parte delle punte. Quindi dico Joao Pedro e uno tra Simeone e Pavoletti, a seconda di chi scenderà in campo tra i due". 

La classifica si sta allungando anche nella zona calda, credi che sia Cagliari che Torino alla fine si salveranno o una delle due, vista la situazione, rischierà concretamente la retrocessione?

"Se le due squadre dovessero riprendere a giocare come sanno, dovrebbero salvarsi entrambe. In caso contrario, sarebbe un grosso problema per entrambe e lo spettro retrocessione da utopia a inizio stagione, potrebbe passare ad una ipotesi concreta. Speriamo che si verifichi la prima opzione!"