ESCLUSIVA TG-Stefano Borghi: "Il Toro parte da un'ottima base. Un grande investimento in attacco per fare l'ultimo salto di qualità"

07.07.2019 10:45 di Marcello Ferron   Vedi letture
ESCLUSIVA TG-Stefano Borghi: "Il Toro parte da un'ottima base. Un grande investimento in attacco per fare l'ultimo salto di qualità"

Stefano Borghi, grande esperto di calcio europeo e sudamericano, e apprezzato telecronista attualmente a DAZN, è stato raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione e ci ha concesso un'intervista in cui ha parlato del Torino, spaziando dall'ottima scorsa stagione alle prospettive della squadra granata per il futuro.

Stefano, come giudichi l'ultima stagione del Toro e quali pensi possano essere le prospettive per la prossima?

La stagione conclusa è stata certamente positiva. Dopo una prima parte di assestamento, servita per trovare la quadra ed oliare i meccanismi, la seconda metà è stata molto positiva, sia a livello di risultati che a livello qualitativo, con prestazioni importanti, come la vittoria contro il Milan ed il pareggio nel derby. Forse solo contro il Napoli il Toro è andato sotto in maniera significativa, per il resto ha sempre fornito ottime prestazioni. Il rimpianto può forse trovarsi in qualche punto perso con le piccole, ma credo che un campionato chiuso a 63 punti rappresenti un ottimo punto da cui ripartire per cercare di migliorare ancora.

Sul mercato, il reparto che necessita di maggiori interventi a tuo parere quale potrebbe essere?

Io penso che il Torino abbia bisogno soltanto di qualche piccolo ritocco a centrocampo, un quarto esterno di fascia per le rotazioni, ma ritengo che il grande investimento per fare quell'ultimo salto di qualità, che è il più difficile da fare, debba essere fatto tra trequarti e zona di sinistra dell'attacco. I nomi più caldi sono Kuoamè e Verdi. Kouamè mi piace, è più un attaccante puro, deve migliorare in zona gol ma è un profilo interessante. Verdi è un ottimo giocatore, a Bologna ha fatto benissimo, poi a Napoli lo scorso campionato non è riuscito a fare quell'ultimo salto di qualità per affermarsi in una big, avrà voglia di rifarsi ed è già stato al Torino. Personalmente, credo che un giocatore che sarebbe perfetto per il Torino sia Rodrigo De Paul, che ho apprezzato molto anche in Copa America con l'Argentina. Penso che rientrerebbe anche nelle possibilità del Torino, visto che lo sta seguendo la Fiorentina, squadra ambiziosa che però a livello di forza economica penso sia comparabile ai granata.

Cosa ne pensi della Copa America disputata da Rincòn e dal Venezuela?

Rincòn è il simbolo ed il leader della Vino tinto, che è forse in uno dei momenti più alti della sua storia. Ha giocato una grande Copa America, ed è un giocatore perfetto per Mazzarri, intenso ma mai sopra le righe. E' un profilo da Toro, di quelli che i tifosi granata apprezzano, come Izzo, Ansaldi e Belotti ad esempio. Giocatori intensi, con la "mistica" granata. che danno tutto ma mai scorretti.

C'è qualche giocatore granata, anche del passato, che ricordi con piacere?

Io adoravo Gigi Lentini, un giocatore fantastico, che in un'epoca di passaggio da un tipo di calcio all'altro come sono stati gli anni 90', è stato il prototipo del calciatore moderno. Era uno dei miei idoli assieme a Gascoigne ed Ortega. Univa una grandissima classe ad una grande potenza, forse fin troppo sottovalutata.

Tornando al presente, chi credi debbano essere i trascinatori del Torino nella campagna europea?

Penso che la prossima debba essere la stagione di Belotti, che può e deve essere leader anche in Europa, e sarà motivato ancor di più visto che si va verso gli Europei. Anche Sirigu e Ansaldi a livello internazionale offrono grandi garanzie, e credo che anche Iago Falque possa essere un giocatore molto importante nel palcoscenico europeo. Però se devo fare due nomi "simbolici", dico i due estremi, Sirigu e Belotti.

Per quanto riguarda i giovani, cosa ne pensi dei rientri di Lyanco e Bonifazi?

Lyanco credo abbia tutte le qualità per raccogliere al meglio l'eredità di un grande giocatore, spesso troppo sottovalutato, quale è stato Emiliano Moretti. Viene da una grande seconda parte di stagione a Bologna con Mihajlovich e da un ottimo Torneo di Tolone disputato con l'Under 20 verdeoro. Credo abbia tutte le possibilità per essere un titolare a fianco di 'N'Koulou ed Izzo. Anche Bonifazi potrebbe tornare molto utile al Torino, e potrebbe rappresentare un'ottima alternativa, se poi i granata invece decideranno di cederlo per arrivare ad un altro giocatore chiaramente si dovrà valutare le qualità della contropartita.

Ringraziamo Stefano Borghi per la sua grande disponibilità, e ricordiamo che ha parlato approfonditamente del Torino anche in un video dedicato ai granata sul suo canale YouTube. Il video potete trovarlo a questo https://www.youtube.com/watch?v=V0HLIqb22lM&t=805s.