ESCLUSIVA TG-Stefano Aravecchia: "Il Sassuolo punta al settimo posto. Il livello del Toro superiore a quello che dice la classifica"

16.03.2021 16:00 di Marcello Ferron   Vedi letture
ESCLUSIVA TG-Stefano Aravecchia: "Il Sassuolo punta al settimo posto. Il livello del Toro superiore a quello che dice la classifica"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il Torino domani è atteso da una partita che può essere importantissima per il futuro della corsa salvezza, contro un Sassuolo che invece arriva all'Olimpico Grande Torino con ancora qualche speranza di puntare al settimo posto. Per presentare la partita la redazione di TorinoGranata.it ha intervistato in esclusiva Stefano Aravecchia, redattore sportivo de La Gazzetta di Modena che da anni segue da vicino i neroverdi.

Un Sassuolo che arriva alla partita contro il Toro rinfrancato dalla vittoria contro il Verona, dopo un periodo non facile. 

"Si il Sassuolo rischiava di finire in un limbo di classifica nel quale non ci sarebbero grosse ambizioni fino al termine del campionato, e la vittoria contro il Verona è stata molto importante in questo senso perchè consente di mantenere vive le speranze di poter agganciare il settimo posto, che vorrebbe dire raggiungere l'obiettivo che la società si era posta ad inizio stagione, ovvero migliorare l'ottavo posto dello scorso campionato. La partita contro gli scaligeri in questo senso rappresentava una sorta di scontro diretto. Avere come obiettivo il settimo posto è molto importante per la squadra di De Zerbi per rìtenere alta la concentazione fino a fine stagione, anche se non sarà facile ovviamente raggiungerlo, visto che le squadra che sono davanti in classifica hanno rose superiori".

Che impressione ti sei fatto di questo primo periodo di Davide Nicola alla guida del Torino?

"Credo che Nicola abbia ereditato una situazione non facile soprattutto a livello di classifica, ed in più il Covid ha ulteriormente complicato la situazione. Penso che per ora sia difficile giudicare il suo lavoro, ma sicuramente nessuno del Sassuolo domani si aspetta di trovare un Torino da terzultimo posto, il valore dei granata è superiore alla posizione di classifica che occupano".

Il Sassuolo finora ha fatto molto bene in trasferta. Pensi che ciò sia dovuto anche al fatto che nelle partite esterne la squadra di De Zerbi abbia più spazi per poter esprimere il proprio gioco?

"Penso di si, il Sassuolo è una squadra che può trovare delle difficoltà contro squadre chiuse, preferisce giocare contro squadre che giocano più aperte e concedono qualche spazio, come si è visto anche nell'ultima partita contro il Verona, che è una squadra con queste caratteristiche. Il Torino da questo punto di vista credo sia una squadra molto diversa da quella di Juric, e cercherà di chiudere bene ogni spazio e ripartire, anche perchè ovviamente per i granata in questo momento la cosa più importante è riuscire a fare punti".

Quali sono i giocatori che pensi potranno essere decisivi da una parte e dall'altra?

"Per quanto riguarda il Torino non ho alcun dubbio nel dire Belotti, visti anche i numeri impressionanti a livello realizzativo che ha contro il Sassuolo. Come scrivevamo ieri sulla Gazzetta di Modena, contro il Sassuolo ha già segnato 9 reti, di cui 2 splendide in rovesciata, e va a segno da 7 stagioni consecutive. Nel Sassuolo invece stanno ritrovando la miglior forma giocatori che avevano attraversato un periodo di difficoltà, come ad esempio Caputo e Djuricic. Domani tornerà a disposizione anche Boga, che però non credo partirà dall'inizio, che in questa stagione a causa di Covid ed infortuni non è quasi mai riuscito ad essere al meglio".

Ricollegandoci al discorso di prima, pensi che domani sarà il Sassuolo a fare la partita mentre il Torino cercherà di chiudere tutti gli spazi e di ripartire?

"Io penso di si, anche guardando alle caratteristiche delle due squadre. Come detto il Torino vale certamente di più della posizione di classifica che occupa, ma giocherà con più pressione addosso, mentre il Sassuolo da questo punto di vista è più libero. I granata però contro l'Inter mi hanno fatto una buona impressione e credo avrebbero meritato il pareggio. Io penso comunque che il Sassuolo proverà a fare la partita come tenta sempre di fare, mentre il Toro cercherà di non concedere spazi ed a sfruttare le occasioni di ripartenza".