ESCLUSIVA TG - Piras, Tmw (inviato Samp): "Situazione complicata, bisogna uscirne al più presto"

21.09.2019 13:30 di Emanuele Pastorella   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TG - Piras, Tmw (inviato Samp): "Situazione complicata, bisogna uscirne al più presto"

Domani è il giorno della sfida contro la Sampdoria, il Toro di Walter Mazzarri sarà di scena alle ore 15 a Marassi. Torinogranata.it ha contattato in esclusiva Andrea Piras, collega di TuttoMercatoWeb, il quale come inviato segue quotidianamente le vicende dei blucerchiati.

Piras, cosa sta succedendo a questa Sampdoria?
La situazione è complicata, lo dicono i numeri e i risultati. Zero vittorie, zero punti, ultimo posto in classifica: è vero che siamo soltanto a inizio campionato, ma questa squadra sta cominciando a preoccupare. Il calendario non ha aiutato, non è semplice partire subito con Lazio e Napoli, però a Reggio Emilia contro il Sassuolo è stata subita una brutta batosta. La Samp fa fatica a segnare, non è un caso se l’unica rete realizzata è stata su rigore, e alla prima difficoltà si scioglie. Certo, anche le vicende societarie non aiutano.

A proposito, la situazione con Ferrero è delicatissima.
Da tempo il patron è finito nel mirino di una frangia di tifosi, alcuni suoi atteggiamenti sopra le righe non sono mai piaciuti. Le scritte apparse a Bogliasco sono state l’apice della contestazione, oggi allo stadio il clima sarà teso: è stata annunciata contestazione a Ferrero, ma massimo sostegno alla squadra. Nel pre-partita, nell’intervallo e nel post-partita verrà preso di mira il patron, quando Quagliarella e compagni saranno sul terreno di gioco avranno comunque l’appoggio di Marassi. E anche Di Francesco, nonostante i risultati negativi, verrà applaudito: la tifoseria è dalla sua parte, lui è l’ultimo responsabile.

E’ stato sbagliato qualcosa sul mercato?
Il tecnico lo ha detto apertamente, la società non ha completato la rosa. Di fatto è arrivato soltanto Rigoni, troppo poco per le ambizioni blucerchiate e per ciò che questo club e questi tifosi si meritano. Serviva un’alternativa a Quagliarella, la Samp non può dipendere solo ed esclusivamente da lui, eppure non è arrivata.

Quali sono dunque gli obiettivi della Samp?
Nessuno si aspettava di essere il fanalino di coda, le ambizioni erano ben altre. Il tempo per riprendere la corsa c’è tutto, ma bisogna voltare pagina. Al momento, la cosa più importante è uscire da questa situazione difficile, poi si vedrà dove Quagliarella e compagni potranno arrivare.