ESCLUSIVA TG - In attesa delle cessioni per la difesa del Torino due giocatori restano in stand by

02.09.2020 08:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Davide Biraschi
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Davide Biraschi

Gli arrivi di Rodriguez e Vojvoda più il rinnovo di contratto di Ansaldi hanno sistemato la questione terzini che con Ola Aina sono così saliti a quattro. Al Torino resta invece aperto il discorso difensori centrali perché le cessioni non ancora avvenute di Izzo, che da tempo vorrebbe andare altrove, Lyanco, che anche lui non disdegna di andare via, e Djidji tengono bloccati possibili nuovi arrivi.

Giampaolo nella prima amichevole con il Novara ha infatti schierato in difesa Izzo, Nkoulou, Bremer e Rodriguez nel primo tempo, con quella che dovrebbe essere la formazione titolare, e nella ripresa Vojdova, Djidji, Buongiorno e Ansaldi, mentre Aina lo ha collocato nel terzetto di centrocampo. Oggi alle 18 nel secondo test con la Pro Patria si vedrà se saranno confermati, ma sicuramente non di saranno Rodriguez e Vojvoda, così come Belotti, Sirigu, Linetty, Ujkani e Lukic e anche il giovane Freddi Greco, tutti impegnati con le rispettive nazionali. E va anche tenuto conto che Singo, così come Verdi, ancora ieri ha svolto allenamento differenziato a causa di problemi fisici. Il giovane Singo, che è un terzino destro anche se può agire da centrale o da esterno di centrocampo, il primo agosto scorso aveva riportato la lussazione scapolo-omerale anteriore della spalla sinistra e gli accertamenti strumentali avevano escluso fratture ossee.  E che di Lyanco non si sa nulla da quando agli inizi di agosto si è sottoposto all’intervento di pulizia al ginocchio.

Nei piani attuali il quartetto difensivo dovrebbe essere composto da Vojvoda, Nkoulou, Bremer e Rodriguez visto che la cessione di Nkoulou sembra rientrata, a meno che non arrivino le classiche offerte irrinunciabili e con il calciomercato aperto fino al 5 ottobre ovviamente tutto è possibile. Resta quindi da definire chi completerà il numero dei difensori centrali posto che un giovane come Buongiorno potrebbe essere ceduto in modo che altrove giochi con continuità. Mentre per Izzo gli interessi di Inter e Atalanta si sono molto raffreddati e che la Fiorentina non ha ancora affondato il colpo e neppure la Roma e la Lazio. Anche per Lyanco la trattativa con lo Sporting Lisbona si è arenata e quella con i Leeds pare persino tramontata per cui l’interesse più vivo resta quello del Bologna, meta oltretutto gradita dal giocatore che così ritroverebbe il suo estimatore Mihajlovic. Per quel che riguarda Djidji al momento non vi sono molti club interessati a lui.
Secondo quanto ha raccolto la redazione di Torinogranata.it che ha sentito persone vicine ai giocatori restano fra i papabili difensori centrali sia Davide Biraschi del Genoa sia Riccardo Marchizza del Sassuolo, ma entrambi sono in stand by fino a quando non ci saranno cessioni di attuali calciatori del Torino.