ESCLUSIVA TG – Il Torino per Vera può chiudere quando vuole, le ultime sulla trattativa

25.08.2020 07:00 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Vagnati e Cairo
© foto di Image Sport
Vagnati e Cairo

Fausto Mariano Vera interessa al Torino e su questo non ci sono dubbi, ma qual è la situazione attuale? La redazione di Torinogranata.it ha raccolto informazioni sia sul suo club di appartenenza, l’Argentinos Juniors, sia sul giocatore e anche sullo stato della trattativa.

L’Argentinos Juniors, come tutti gli altri club in Argentina, ha bisogno di vendere per cui i giocatori, soprattutto i migliori, sono sul mercato. Per cedere Fausto Vera il club chiede 10 milioni di euro, ma trattando il Torino può chiudere a meno, assicura chi è molto addentro alle vicende di mercato.

Chi conosce Fausto Vera asserisce che è un buon giocatore, un centrocampista centrale, un play davanti alla difesa, un vero regista e nonostante la giovane età, 20 anni compiuti il 26 marzo scorso, ha personalità. Se si fa notare che di solito i buoni calciatori sudamericani attirano le attenzioni dei club spagnoli oppure inglesi o tedeschi la risposta è che si tratta di un giocatore buono per il Torino viste le caratteristiche che ha e che i club di altre nazioni o anche certi altri italiani magari cercano calciatori con caratteristiche e qualità un po’ differenti. E viene ribadito che con onestà Vera è un buon giocatore.

Alla domanda se il Torino non corre il rischio di ripetere l’estenuante tira e molla come accadde con Lucas Veríssimo e alla fine non se ne face nulla senza esitazione i bene informati assicurano che si tratta di una situazione completamente differente perché Veríssimo aveva firmato procure con più agenti e intermediari, mentre Fausto Vera ha un solo procuratore, c’è un solo intermediario e per il cartellino la trattativa è solo con l’Argentinos Juniors, quindi, nessun intoppo o sorpresa da questo punto di vista.

Mister Marco Giampaolo ha detto che preferisce giocatori esperti e che ha già allenato per cui viene il dubbio che un ragazzo giovane come Vera che non ha mai giocato in Italia potrebbe essere un profilo non in linea con le richieste dell’allenatore. Ma anche sotto questo aspetto chi conosce Giampaolo e il Torino è certo che il mister sa che deve fare risultati subito e che il tempo è poco, ma in una squadra dove ci sono Belotti, Rodriguez, Rincon, Ansaldi, Linetty (anche se è ancora da ufficializzare) inserire uno come Fausto Vera, giovane e forte, è una mossa che non è assolutamente azzardata. Biglia che è l’alternativa a Vera è un grande giocatore, ma a fine carriera e con alle spalle infortuni importanti non è un azzardo tanto minore e poi non può rappresentare un investimento per il futuro.   

Sui tempi di chiusura della trattativa per Vera, tutti sono consapevoli che con gli argentini non è mai facile, ma anche se i club argentini non lo danno a vedere e non lo ammettono a loro servono soldi ed è per questo che di solito la tirano per le lunghe nelle trattative, però, se il Torino è convinto può portare a termine l’operazione in tempi relativamente brevi e non corre il rischio di ritrovarsi con il classico cerino spento in mano, anche perché Vera non è inseguito da tanti club e la concorrenza del Cska Mosca non è insormontabile per il Torino, anzi.