ESCLUSIVA TG – Fuser: “Toro-Milan? Sarà una gara sicuramente combattuta”

28.04.2019 07:00 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Diego Fuser
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Diego Fuser

Diego Fuser è stato intervistato in esclusiva per TorinoGranata.it. Fuser è un ex calciatore e attualmente si dedica al Foot Golf. Cresciuto nelle giovanili granata ha poi giocato in prima squadra dall’86 all’89 e nella stagione 2003-2004 e ha, fra le altre, anche indossato la maglia del Milan due volte 1989-‘90 e ‘91-‘92. Con lui abbiamo parlato della partita di questa sera fra le sue ex squadre.

Tre punti separano il Torino dal Milan e in palio c’è la Champions, anche se la Roma battendo il Cagliari si è portata al quarto posto, e in seconda battuta l’Europa League, che partita si aspetta?

“Difficile da dirsi perché il calcio è sempre strano, quindi, penso che specialmente in questi ultimi anni non ci sia una squadra favorita, ma entrambe hanno alternato momenti positivi ad altri meno, però, stanno facendo un grande cammino per cui sarà sicuramente una partita combattuta”.

Giocando al Grande Torino Olimpico può essere un vantaggio per i granata?

“Giocare in casa è meglio perché i propri tifosi danno un supporto che quasi sempre è fondamentale per questo penso che giocare in casa sia un punto a favore del Torino. Speriamo che il Toro sfrutti questo vantaggio”.

Interessanti saranno i confronti fra Belotti e Piatek e Sirigu e Donnarumma. Potrebbero essere decisivi per la partita?

“Belotti e Piatek sono due bomber importanti e specialmente Belotti si sta ritrovando visto che quest’anno è stato un po’ criticato quando non riusciva a segnare, ma quando nella stagione precedente si hanno avuti degli infortuni non é mai facile tornare ad essere subito brillante ci vuole del tempo e lo dico per esperienza per averlo vissuto quando giocavo e poi non tutte le stagioni sono uguali. Piatek è un giocatore forte che fa gol in qualsiasi momento, quindi, sono due grandi attaccanti e speriamo che ci facciano vedere qualche bel gol aumentando lo spettacolo.
Sirigu e Donnarumma sono due grandi portieri, forse Donnarumma ha fatto qualche errorino in più, ma è anche più giovane. Sono sfide interessanti, però, non saranno solo questi quattro giocatori a decidere la partita, infatti, ce ne sono tanti altri su entrambi i fronti che possono decidere l’esito di questa gara. Aspettiamo questa patita con ansia e speriamo che sia una bella gara”.

Si dice che spesso le partite si decidano a centrocampo, in questo settore chi è messo meglio?

“Tenuto conto dei punti che hanno le due squadre più o meno i due centrocampo si equivalgono poi alle volte uno può fare meglio dell’altro, ma se hanno quasi gli stessi punti vuole dire che la forza del’uno è pari alla forza dell’altro. Secondo me, un centrocampo non è più forte dell’altro”.

Può fare un pronostico?

“No, li sbaglio sempre (ride, ndr)”.

Allora da doppio ex per chi farà il tifo?

“Io sono nato calcisticamente nel Toro e poi nel Milan mi sono tolto grandi soddisfazioni, quindi dico che tiferò al 60% per il Toro e al 40% per il Milan”.