ESCLUSIVA TG - Ezio Rossi: "Toro, dovevi fare il salto di qualità. Con l'Hellas un bell'esame"

14.12.2019 13:25 di Emanuele Pastorella   Vedi letture
© foto di Jacopo Duranti/tuttolegapro.com
ESCLUSIVA TG - Ezio Rossi: "Toro, dovevi fare il salto di qualità. Con l'Hellas un bell'esame"

Torinogranata.it ha intervistato in esclusiva Ezio Rossi. L'allenatore, con un passato al Toro e all'Hellas Verona, ha commentato il momento dei granata di Walter Mazzarri, tra qualche rimpianto per ciò che si poteva fare e non è stato fatto in estate e la sfida di domenica allo stadio Bentegodi contro i gialloblù.

Ezio Rossi, deluso da questo avvio di stagione del Toro?
"Doveva essere l’anno del salto di qualità, invece i granata restano sempre nel limbo. Poteva esserlo dal punto di vista societario, con la possibilità di fare un grande mercato in estate per affrontare al meglio l’Europa, e dal punto di vista dei risultati, costruendo una squadra che potesse finalmente centrare l’ingresso nelle coppe senza sfruttare i problemi altrui. E invece, niente di tutto questo: positive le ultime vittorie, ma il gioco….Salviamo i risultati, molto meno le prestazioni"

Dove andrebbe puntellata la rosa durante il mercato invernale?
"Parto da un presupposto: a gennaio è sempre molto complicato migliorare una squadra. Bisogna farlo in estate, purtroppo al Toro non è successo. Ora io andrei a cercare qualche giocatore che possa dare maggiori alternative al tecnico: tutte le squadre hanno un modulo principale e tanti altri ai quali si possono adattare, Mazzarri è difficile che cambi. Ecco, io andrei a prendere qualche pedina così, che dia delle possibilità di cambiare modulo".

Rossi, doppio ex di Verona e Toro: chi vince domenica al Bentegodi?
"Sarà una bella prova per i granata: hanno battuto formazioni in difficoltà, ora troveranno una squadra che sta bene. Ho visto giocare i ragazzi di Juric, il mister è stato bravissimo a dare un’identità: sono la sorpresa del campionato, avrebbero meritato anche qualcosa in più in diverse occasioni. E io a inizio stagione che pensavo che a questo punto del campionato fossero insieme al Brescia…(ride, ndr). E poi c’è il fattore Bentegodi, non è mai facile giocare in quello stadio".