ESCLUSIVA - Antonio Papa (Canale 21): "Verdi al Toro? Decide De Laurentiis"

Il noto giornalista napoletano che segue da vicino la squadra di Ancelotti fa il punto sulla trattativa. Il prezzo è quello, il Toro si dovrà adeguare
19.07.2019 15:03 di Federico Danesi   Vedi letture
ESCLUSIVA - Antonio Papa (Canale 21): "Verdi al Toro? Decide De Laurentiis"

Congelata: è questo l'aggettivo più appropriato per la trattativa che potrebbe portare Simone Verdi a Torino, sponda granata. La distanza tra offerta e richiesta al momento risulta lontana dall'essere colmabile e così lo stalle perdura. Ne abbiamo parlato con Antonio Papa, giornalista che da anni segue il Napoli come direttore di Napolicalciolive.com e come redattore delle rete televisiva Canale 21. "Secondo me la questione delle tempistiche è molto relativa. Il Napoli non ha nessuna fretta di venderlo, men che meno Aurelio De Laurentiis che al momento è concentrati su altri obiettivi".

Ma per quello che puoi percepire le parti si stanno avvicinando? "Al momento no, mi pare che ci sia troppa differenza tra quello che chiede il Napoli e quanto eventualmente offrirebbe il Toro. De Laurentiis, come Cairo, ha sempre un'attenzione quasi maniacale al bilancio ma adesso è sanissimo, ha già da parte una bella cifra anche per dare l'assalto ad un top player in attacco, non c'è la necessità di svendere".

Quindi come si può sbloccare la trattativa? "Conoscendo il nostro presidente, solo accontentando le sue richieste. verdi, come tutti gli altri che sono appena partito o partiranno, si vende alle condizioni del Napoli e non a quelle dell'acquirente. Dal Bologna l'hanno pagato 25 milioni? E allora nessuno vuole mettere a bilancio una minusvalenza".

Tu che lo segui sempre e che l'hai visto a Dimaro, il giocatore patisce questa situazione? "Non ha dato l'impressione di essere particolarmente inquieto, ma certo in questo Napoli non si è mai inserito veramente.Ancelotti ha provato diverse soluzioni, sono tutte diverse dalle idee del giocatore e si vede che non lo considera una prima scelta per i suoi schemi".

Baselli potrebbe essere la chiave per abbassare il prezzo? "Direi di no. In quella zona c'è Elmas, eventualmente poteva arrivare uno come Veretout. A quel che mi risulta Baselli non sia mai stato preso in considerazione".