Ag. Statella: "Ha fame di giocare: è un'ottima pedina per Colantuono"

05.06.2010 15:18 di Giulia Borletto   vedi letture
Ag. Statella: "Ha fame di giocare: è un'ottima pedina per Colantuono"
TUTTOmercatoWEB.com

Abbiamo intervistato in esclusiva per Torinogranata Umberto Calaiò, procuratore della sorpresa di fine stagione Giuseppe Statella. Classe 1988, preso a gennaio in prestito dalla Salernitana, ma di proprietà del Bari: è stato l'ultimo acquisto, in senso di orario, della Petrachi's Revolution. Pochissimi minuti giocati fino alla gara contro il Cittadella, dove è esploso facendo vedere tutto il suo valore.

Finalmente dopo mesi passati ai margini, Giuseppe ha trovato il giusto spazio nell'organigramma del Torino.

"Sapeva che il suo momento sarebbe arrivato. Ha avuto la capacità di aspettare ed è stato ripagato. E' un ragazzo molto intelligente e dalle eccezionali doti atletiche. Ha delle capacità aerobiche non indifferenti, una muscolatura forte, velocità e scatto. Ha aspettato in silenzio e ora ha la possibilità di esplodere come sa fare".

La possibilità di giocare partite così delicate poi, per un giovane è ancora più esaltante.

"Chi non ha la fame di giocare che ha lui non può capire cosa prova adesso. Sa di essere al Toro e sa il valore assoluto di questa squadra. Ne ha un grande rispetto. Grazie al sostegno avuto in questi mesi e alla sua grande umiltà ora ha la freschezza di chi non ha speso tanto ed è un vulcano di energie. Lui è sempre stato a disposizione e il non aver giocato fino ad oggi lo rende in condizioni migliori rispetto a chi ha corso per 90 minuti ogni fine settimana. E' un ottima carta per Colantuono".

Il suo futuro come sarà, a tinte granata?

"Lui è al Torino in prestito con diritto di riscatto. Dipende cosa sarà del Toro il prossimo anno, se sarà A o B. Dopo questo ultimo periodo comunque ci siederemo a tavolino con Torino e Bari per decidere del suo futuro. Lui vorrebbe rimanere perchè è un giocatore da Toro, ma è ancora presto per decidere".