Samp, Di Francesco: "Torino è squadra aggressiva"

21.09.2019 13:33 di Redazione TG   Vedi letture
Fonte: Tmw
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Samp, Di Francesco: "Torino è squadra aggressiva"

Il tecnico Eusebio Di Francesco, in conferenza stampa dal centro sportivo "Gloriano Mugnaini" di Bogliasco, presenta la sfida tra la sua Samp e il Torino.

Come ha visto la squadra?
"Spesso vi ho detto che hanno lavorato molto bene ma le risposte le dà la partita. Ho visto voglia di rifarsi dopo le sconfitte iniziali".

Cosa portarsi dietro di positivo dopo la gara di Napoli.
"Credo che nelle due ultime gare che abbiamo affrontato di positivo c'è stato poco ma c'è stato. La squadra è mancata di continuità e noi abbiamo cercato di lavorare sulla testa. A Sassuolo abbiamo fatto bene, non dobbiamo perdere la continuità. Ripartiamo da quei buoni minuti che non sono stati tanti ma dobbiamo farli aumentare".

Che Torino si aspetta?
"Un Torino che ha grande fisicità e che ha lo stesso allenatore da tanto tempo con tanti movimenti coordinati. E' una squadra molto aggressiva. Dobbiamo essere bravi a cercare di riuscire a ribaltare le situazioni di gioco".

Maroni ancora out?
"Si allena ancora a parte".

Ci saranno tre gare ravvicinate.
"Non pensiamo alla Fiorentina o l'Inter ma concentrare le forze al Torino. Portare a casa punti in questa gara sarà determinante per affrontare le altre in una determinata maniera. Ad oggi cercherò di rimettere in campo una squadra più idonea per affrontare i granata".

Come sta la squadra dal punto di vista mentale?
"C'è molta attenzione su quello che si fa e la voglia di rifarsi è tanta. Gli atteggiamenti vanno al di là dei moduli".

Questa squadra sembra mancare di attenzione nei dettagli.
"Se dopo dobbiamo analizzare le partite, abbiamo preso nove gol e realizzato uno c'è poco da salvare. Dobbiamo esser bravi a trovare situazioni positive. Detta questa cosa, il particolare fa la differenza. Io in primis devo stare attento ad alcuni dettagli, loro devono stare attenti ad applicarli ma gli errori nei dettagli ci sono. Noi oggi come sbagliamo prendiamo schiaffi".

I problemi esterni al campo sono rimasti fuori da Bogliasco?
"Mi auguro che rimanga fuori da Bogliasco. Capisco che non è facile ma come detto prima è la normalità. Dovremo esser bravi noi a lasciarli fuori sennò sono alibi. Ci alleniamo tutti i giorni e dobbiamo essere concentrati sul nostro lavoro. Io in primis. Non ci dobbiamo rifugiare dietro i problemi che ci sono

Il comunicato dei tifosi?
"Se penso alla bolgia mi vengono i brividi. MI piace sentire il calore della gente e credo che il pubblico della Samp in quel senso non ci hanno fatto mai mancare niente. Dobbiamo noi trasformare la bolgia in prestazione sul campo. Io non posso rimproverare nulla da questo punto di vista. Sono felice del comunicato ma anche prima ho visto i tifosi della Samp incitarci nei momenti di difficoltà".